Norman Atlantic: 179 dispersi. C’erano clandestini nascosti nelle stive

 

Si aggrava di ora in ora il bilancio della tragedia sul traghetto Norman Atlantic, oltre ai dieci morti accertati, tre sono sicuramente italiani, ci sarebbero 179 persone che mancano all’appello su 499, e due marinai albanesi sono morti uccisi da cavi d’acciaio che si sono spezzati mentre si stava cercando di trainare la nave verso il porto di Valona in Albania.

L’ammissione dei troppi che mancano all’appello viene direttamente dal procuratore di Bari: “Essendo stato accertato inconfutabilmente che la nave trasportava anche dei clandestini, verosimilmente nascosti nelle stive, il nostro timore è che purtroppo una volta recuperato il relitto troveremo altre persone decedute sul relitto”.

Di questa tragedia si sa ancora troppo poco perché risulta abbastanza inverosimile, coi mezzi tecnologici odierni, che a due giorni dall’incidente ancora non si abbia una stima esatta di chi era a bordo.

Non è chiaro quanti clandestini vi fossero a bordo; non è chiaro quanti passeggeri fossero saliti in overbooking (sicuri sono 18). Che i numeri non tornassero si era capito già nelle scorse ore quando era emerso che tra le 310 persone recuperate 80 non figuravano nelle liste di passeggeri e non erano nemmeno membri dell’equipaggio. euronews

normank



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -