Uccise connazionale con un palo acuminato nell’occhio, tunisino arrestato

arresto-carabinieri

 

22 dic – Era nato tutto da un furto di droga. Un omicidio nato nel mondo dello spaccio di eroina, quello che si era consumato a Marghera (Venezia) il 7 settembre scorso. La vittima è Ayem Amidi, 25enne tunisino.

L’uomo stando alle indagini congiunte della squadra mobile di Venezia e dei carabinieri di Mestre aveva rubato delle dosi di eroina a un connazionale, il 27enne Saad Soufiene. Entrambi gravitavano nel mondo del piccolo spaccio veneziano da tempo. Saad per vendicare lo sgarbo il 7 settembre aveva atteso il connazionale a Marghera e al termine di una lite gli aveva conficcato nell’occhio un pezzo di legno acuminato. Il 25enne nonostante i soccorsi era deceduto in ospedale a Mestre il 27 novembre.

Da indagini e intercettazioni è emersa la posizione di Saad, sottoposto ieri a fermo dai carabinieri di Venezia su richiesta della procura.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -