Svendita dell’Italia, Padoan: a breve la privatizzazione dell’Enel

PADOAN

 

22 dic – Le privatizzazzioni del Governo “vanno avanti”. Lo afferma il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, in una intervista al Tg1. Padoan cita la privatizzazione dell’Enel “a breve” e quelle di Poste e Ferrovie. Dopo tre anni con segno negativo, il 2015 sara’ un anno di “crescita positiva”, aggiunge poi Padoan al Tg1, spiegadno anche che non c’e’ stata alcuna anomalia nell’approvazione notturna della legge di stabilita’ al Senato.
“La fase finale del processo di approvazione – afferma Padoan al Tg1 – e’ stata come il processo degli anni precedenti.
Ringrazio i senatori che hanno sostenuto la manovra, il Governo e lo staff di palazzo Chigi”. Padoan sottolinea che “con l’Europa abbiamo ottimi rapporti. Noi stiamo facendo grande riforme strutturali”. Sulla legge di stabilita’ Padoan cita tra l’altro gli 80 euro permanenti, il taglio di tasse per le imprese, gli incentivi ad assumere.



   

 

 

1 Commento per “Svendita dell’Italia, Padoan: a breve la privatizzazione dell’Enel”

  1. Ecco appunto. Gli 80€ “permanenti” (più corretto sarebbe dire “anche per il 2015”,comunque permane la discriminazione ulteriore tra dipendenti ed autonomi), il taglio delle tasse per le imprese (perché ora le imprese sono diventate buone, ma gli imprenditori restano i cattivi e quindi tartassati… per cui continuaa mancare l’incentivo a fare impresa), gli incentivi ad assumere (ma non ci sono soldi da spendere, per cui il mercato é morto e non si capisce il personale neoassunto cosa dovrebbe fare, posto che produrre sarebbe assurdo). Tutto dite… se le riforme sono queste….

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -