Isis sta trasformando le chiese cristiane in prigioni e camere di tortura

20 dic – In Iraq e in Siria lo Stato islamico sta traformando le chiese cristiane in  prigioni e camere di tortura dopo averle spogliate di manufatti preziosissimi che vendono venduti sul mercato nero.

isis-corano

Cimeli antichi e persino interi murales vengono strappati dalle case di culto e contrabbandati attraverso gli stessi percorsi stabiliti in precedenza per lo spostamento di petrolio e di armi, dentro e fuori del cosiddetto “califfato”, la vasta regione l’esercito jihadista in cui è stata imposta la sharia

“ISIS ha l’obiettivo dichiarato di cancellare il cristianesimo” ha detto Jay Sekulow, del Centro americano per il diritto e la giustizia e autore di “Rise of ISIS: una minaccia che non possiamo ignorare,” ha detto a FoxNews.com “Questo il motivo per cui stanno crocifiggendo cristiani – compresi i bambini -. distruggendo chiese e vendendo manufatti, Il fatto è che questo gruppo non si fermerà davanti a nulla per raccogliere fondi per la sua missione terroristica “.

Non è chiaro quali elementi sono stati rubati, ma i terroristi hanno cercato di distruggere i gruppi religiosi che non abbracciano la loro interpretazione contorta e violenta dell’Islam ed hanno già fatto saltare diversi siti cristiani  e monumenti.

“In breve, ISIS è composto da psicopatici religiosamente motivati.” –  dice Jay Sekulow

Il cristianesimo, come l’ebraismo e l’Islam, ha potenti legami storici nella regione e alcuni dei  luoghi più preziosi e reliquie sono in Iraq e in Siria, secondo gli esperti. La loro distruzione o dispersione è tragica, ha detto Shaul Gabbay, studioso senior presso l’Università di Josef Korbel School of International Studies di Denver.

“Il Medio Oriente è il luogo dove le tre religioni monoteiste hanno avuto inizio e tutto ciò che ci può dare informazioni relative alla storia e alla cronologia dello sviluppo della religione è di importanza senza precedenti per l’identità di chi è cristiano”, ha detto Gabbay a FoxNews.com.

Gli esperti ritengono che lo scopo del traffico di manufatti religiosi è sia quello di fare soldi e per pulire culturalmente la regione. I militanti islamici hanno trasformato le chiese in Qaraqosh e in altre città irachene in camere di tortura, secondo il Sunday Times. Un sacerdote della regione,  Abu Aasi da Mosul, ha detto al giornale all’inizio di questo mese che i prigionieri erano detenuti nelle chiese di Bahnam Wa Sara e Al Kiama.

“Queste due chiese vengono utilizzate come prigioni e luoghi di tortura dove vengono tenuti i cristiani che sono costretti a convertirsi all’Islam. Isis stato rompendo tutte le croci e le statue di Maria. ”

Il cristianesimo è praticato solo dal tre per cento della popolazione dell’Iraq e  vivevano in relativa libertà religiosa sotto il governo di Saddam Hussein, ma hanno affrontato la persecuzione da Stato islamico negli ultimi due anni. In particolare, gli yazidi, un popolo cristiano curdo, è stato perseguitato e assassinato dal gruppo estremista che ha costretto molti di loro a fuggire dalla regione.

“Sappiamo che ISIS considera diversi gruppi – tra cui i cristiani – come ‘infedeli senza diritti umani,‘” ha detto Sekulow “I jihadisti ISIS commettono violenza anche contro musulmani quando violano la legge islamica.. Essi abitualmente commettono crimini di guerra, torturano, uccidono e minacciano persone di religione cristiana, ebraica e di altre comunità religiose. ”

“In breve, ISIS è composto da psicopatici religiosamente motivati”, ha detto.



   

 

 

1 Commento per “Isis sta trasformando le chiese cristiane in prigioni e camere di tortura”

  1. L’isis può essere sconfitta solo con le armi !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -