Attacco informatico alla Sony, esperti Usa: “E’ solo inizio”

 

cyberwar

20 dic – L’attacco degli hacker alla Sony Pictures è senza precedenti, ma gli esperti di sicurezza informatica lanciano l’allarme: è solo l’inizio. “Il cyber-spionaggio ha raggiunto livelli mai visti prima”, ha detto Denise Zheng, vice direttore del Centro studi strategici e internazionali. I dati sembrano confermare le preoccupazioni: secondo un rapporto dell’amministrazione Obama, lo scorso anno ci sono stati 61 mila attacchi informatici e violazioni della sicurezza nei confronti del governo federale.

Il presidente americano Barack Obama assicura: “risponderemo” all’attacco hacker che ha colpito Sony Pictures e che vede come responsabile, secondo gli Stati Uniti, la Corea del Nord. Parlando nel corso della sua ultima conferenza stampa dell’anno, Obama sostiene che le azioni dei pirati informatici a scapito dello studio di produzione del film “The Interview” – la cui proiezione è stata annullata per minacce di attacchi in stile 11 settembre 2001 – abbiano creato “molti danni”.

Gli Stati Uniti sceglieranno “tempistica e modalità della risposta”.


   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -