Isis, 150 donne uccise per aver rifiutato di sposare i jihadisti. Alcune erano incinte

foto CNN

foto CNN

 

I funzionari iraqeni riportano che un militante Stato islamico è il solo responsabile della morte di 150 donne, tra cui donne incinte e ragazze adolescenti, perché hanno rifiutato di sposare membri dell’esercito jihadista. Ne da’ notizia foxnews

Il Ministero iracheno dei diritti umani ha detto in un comunicato che Abu Anas Al-Libi ha sparato senza pietà alle donne, la maggior parte dei quali erano Yazide, perché hanno rifiutato i matrimoni temporanei fittizi con i combattenti dello Stato Islamico che pretendono le nozze semplicemente per fare sesso, secondo una presunta scappatoia islamica coranica.

I matrimoni forzati vengono imposti in città come Falluja e nei villaggi circostanti. La dichiarazione ha aggiunto che le milizie dello Stato Islamico hanno effettuato esecuzioni di massa in città e poi hanno sepolto i morti in due fosse comuni nelle aree di Al-Zaghareed e Al-Saqlawiya. Il gruppo terroristico ha poi trasformato una moschea a Falluja in una grande prigione, dove sono centinaia di uomini e donne.

Al- Libi non è il terrorista con lo stesso nome accusato di aver contribuito a portare a termine attentati alle ambasciate dell’Africa orientale nel 1998 e che ha ucciso 224 persone in Kenya e Tanzania.

In una relazione separata pubblicata,  Lunedi il ministero ha detto che lo Stato islamico ha distribuito un opuscolo di otto pagine nelle moschee della città irachena di Mosul e nelle città vicine con indicazioni per il trattamento dei prigionieri, delle donne e degli schiavi.

Secondo il Middle East Media Research Institute, l’opuscolo intitolato “Questions & Answers on Taking Captives & Slaves” chiarisce ciò che il gruppo terroristico ritiene ammissibile che i suoi militanti facciano con i loro prigionieri, tra cui rapporti sessuali, botte e torture.

“Questa è una ‘Fatwa’ a buon mercato che è lontana da ciò che è l’Islam  ed è in violazione dei diritti umani”, ha detto il ministero iracheno. “E’ il ritratto del comportamento diabolico di questi assassini ‘e di bassa statura morale.”



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -