Caso marò: l’arbitrato internazionale non è stato ancora chiesto

bonino-mogherini

 

17 dic 2014 – Nè Emma Bonino, né la Mogherini si sono preoccupate di richiedere l’arbitrato internazionale per il caso dei due fucilieri di marina.

Gentiloni – “Non c’e’ dubbio che tra le ulteriori decisioni su cui dobbiamo ragionare” riguardo al caso di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone “non possiamo affatto escludere il pratico avvio dell’arbitrato” internazionale “e dobbiamo sapere che questa ipotesi e’ molto chiaramente sul tavolo“. Lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni in un’audizione alle Commissioni riunite Esteri e Difesa di Camera e Senato.

Pinotti – “Non so se Latorre tornera’ a gennaio in India, i medici dicono che ha bisogno ancora di cure”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ospite a Porta a Porta – come si legge sul profilo twitter della trasmissione – sottolineando la posizione del ministero dopo il rifiuto della Corte suprema indiana di esaminare le richieste dei due Maro’ italiani. Massimiliano Latorre aveva chiesto di prolungare la convalescenza in Italia dopo l’ictus che lo ha colpito a settembre, e non rientrare quindi in India il 13 gennaio. Salvatore Girone aveva chiesto di poter tornare a casa dalla famiglia per Natale. “La decisione della Corte suprema indiana e’ stata una doccia gelata”, e – ha assicurato il ministro – “reagiremo”



   

 

 

1 Commento per “Caso marò: l’arbitrato internazionale non è stato ancora chiesto”

  1. La bonino è quella che prendeva i soldi da soros, l’eversore, l’organizzatore delle “rivoluzioni colorate” e la mogherini è quella senza titoli, senza esperienza a parte la tessera del PD e lo scodinzolare alla sola vista di un americano, ma chi la faceva proprio sbrodolare è chi la raccomandò: quel danno ambulante di j. kerry.
    Queste due donne altro non fanno che prendere ordini dagli USA, dunque gli USA vogliono che i nostri due militari sequestrati in India, restino ai rapitori.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -