RAI: 4 milioni di euro per le serate di Benigni su “I 10 comandamenti”

benigni

 

13 dic – Tra pochi giorni, sugli schermi Rai, farà capolino “A sua immagine”, lo show di Roberto Benigni sui 10 Comandamenti. Uno spettacolo che secondo quanto si è appreso frutterà al comico toscano la bellezza di 4 milioni di euro (per le due serate dello spettacolo e un altro pacchetto di interventi, tra i quali La Divina commedia). Un bel gruzzeletto, dunque, soprattutto perché “sganciato” in uno dei periodi più bui, in termini di liquidità e bilancio, per Viale Mazzini.  libero



   

 

 

18 Commenti per “RAI: 4 milioni di euro per le serate di Benigni su “I 10 comandamenti””

  1. Sì dovrebbe fare uno sciopero generale contro questa gente che ci fa pagare il canone obligatorio per poi strapagare questi ladri.

  2. di sinistra nel cuore, ma capitalista nel portafoglio.

  3. di sicuro non lo vedro’ perche’ non lo reggo questo personaggio ,ma immagino cosa dira’ sui 10 comandamenti ,deridera’ tutte le leggi di Dio -compreso i poveri cristi

  4. Emanuela aAmbra

    Vorrei venisse pubblicato quanto guadagna al netto lui, quanto la rai compresi gli introiti da pubblicità tra comandamento e comandamento.Dire 4 milioni non fa capire la gravità della cosa.

  5. Caro compagno: tu lavori ed io mangio….Caro Benigni, il tuo Dante ti avrebbe messo all’inferno nel girone dove i dannati galleggiavano nella cacca.- Ma siccome fai il compagno, è probabile che Caronte ti dirotti addirittura in paradiso.-

  6. A mio parere bisogna mettere un tetto ai compensi che la RAI eroga ai collaboratori interni ed esterni di cui si avvale, perchè non è sopportabile che una persona per realizzare un servizio debba percepire simili compensi, la Rai è un’azienda pubblica che vive anche del canone a carico dei cittadini, che sono stanchi di essere vessati, diversamente venga privatizzata e con il ricavato che potrebbe realizzare potrà fare a suo totale piacimento.

  7. Soliti demogoghi. Le due serate di Benigni valgono i soldi dell’abbonamento.
    [commento tagliato]

    • Se è capace di commentare i nostri articoli senza insultare e inventarne di suoi, bene. Altrimenti lei finisce direttamente nello spamming insieme al suo guitto con la c mooscia.

  8. Mi sembra veramente incredibile ciò le leggo come commenti. Ma come, paghiamo il canone per una marea di programmi spazzatura, e quando qualcuno porta un po? di cultura, viene messo alla gogna. Meglio allora i programmi inneggianti a tragedie, orrori,
    finti casi giudiziari e ricette di cucina? E i conduttori quanto costano, per par condicio. Rispetto a cultura di destra o sinistra, se è cultura è cultura. E il problema è sempre quello: la cultura, nel nostro paese, sembra scomparsa, in favore del sensazionalismo e della strumentalizzazione della paura. Che dispiacere.

  9. 4 milioni per 2 serate è una cosa OSCENA ! Ladri ladri ladri …maledetti ladri!

  10. L’austerità vale solo per le classi meno abbienti, vedo !

  11. Benigni non lo sopporto ….non lo guardo mai ….poi i comunisti pieni di soldi mi fanno schifooooo….

  12. Ogni lavoro ha il suo compenso.
    Occorre rapportarlo al profitto d’impresa.
    Se la RAI perde per altre trasmissioni, mentre da questa ha un ritorno ben superiore alla spesa, allora sono soldi spesi bene.
    Io ho seguito entrambe le trasmissioni e devo dire che non solo mi sono divertito, ma ho capito molte più cose dei comandamenti di quante me ne avessero spiegate a dottrina. Senza che si sia sbilanciato pro o contro la Chiesa.
    Divertente, educativo, intelligente, imparziale.
    Un capolavoro, al di la del credo politico di Benigni che non condivido, ma rispetto.

  13. DIECI COMANDAMENTI LI DAREI IN CALCI IN CULO A BEGNINI ALLA RAI E MAGARI PURE A RENZI E VERGOGNOSO DI QUESTI TEMPI PAGARE QUESTE CIFFRE BEGNINI.
    INVITO BEPPE GRILLO A FAR DISCUTERE LA PETIZIONE POPOLARE CON OLTRE 28.000 FIRME PRESENTATA DA ME IN PARLAMENTO PER L’ABROGAZIONE DEL CANONE RAI

  14. azz ma ci voleva il guitto di avanspettacolo per spiegarci i 10 comandamenti ?
    ma qualcuno ha mai sentito alla radio i padri domenicani di bologna , p.e. padre Vincenzo Benetollo ? lo avrebbe fatto gratis , solo che non lo avrebbe guardato nessuno . Io non ho tv , ma il peggior regista del mondo non lo avrei certo guardato . comunque 4 milioni sono pochi potevano dargliene 40 e che cavoli ! un comunista vincitore di oscar ( la vita è bella è considerato , vedere ranker , il peggior film che sia mai stato premiato dall’academy ) vale da solo il canone di tutti gli italiani che lo pagano . a me non mi prendete un cent

  15. Non lo sopporto,mai sopportato, sopratutto dopo il suo film, che non nomino, dove si prende gioco dei milioni di deportati e morti, trasformando una tragedia in in una burletta…De resto che cosa rispetta costui? Nulla…Ora nemmeno più i comandamenti…ma del resto che cosa ci si può aspettare…non siamo più in una democrazia, ne in Italia, ma in uno stato, ormai, soggetto all’islam. Ma che si converta e vada a combattere con l’isis, insieme a tutti i suoi cari “compagni”

  16. a parte la mia opinione che vale pochissimo.Tuttavia Benigni ,persona intelligente e colta,mi sta molto antipatico come altri suoi compaesani dell’intellighenzia…In concreto:se è vero che ha ricevuto 4 milioni per le serate sui 10 comandamenti ritengo quest’operazione a livello di ladrocinio 1° perchè i cittadini sono COSTRETTI A PAGARE IL CANONE E LA RAI,ANCHE SE NON GUARDANO QUELLA ROBA 2° perchè chi amministra nella RAI (e non solo ma anche in altri settori pubblici) non guarda per il sottile sui compensi (cifre scandalose) che elargisce agli attori.Vergogna!!vorrei vedere se fossero loro a sborsare i soldi faticosamente guadagnati!!!

  17. Tanto fra poco Benigni se ne inventerà un’altra di spiegazione dove ci spiegherà d’accordo con quelli della Rai :ci spiegherà: la prima guerra mondiale ma lo farà a puntate.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -