Scala: ore di scontri a Milano tra centri sociali e agenti, 2 carabinieri feriti

 

7 dic. – Scontri in strada a Milano mentre sul palco del teatro alla Scala si recitava il “Fidelio”: sono state ore di tensione dove durante la prima della stagione operistica della Scala sono scoppiati diversi tafferugli tra le forze dell’ordine che presidiavano il teatro e gli antagonisti, che volevano fare sentire al pubblico dell’evento mondano il peso delle proteste della periferia.

I primi confronti sono cominciati intorno alle 17 in via Santa Margherita, a 50 metri dalla Scala: una quarantina di antagonisti bardati con caschi e scudi di gommapiuma aderenti a vari centri sociali milanesi hanno tentato di forzare il cordone della polizia per accedere alla piazza. I manifestanti hanno lanciato uova e fumogeni, ai quali le forze dell’ordine hanno risposto con una carica nella quale sono rimasti lievemente feriti due ragazzi, che hanno riportato contusioni alla testa e alle dita.

Lo scenario degli scontri si e’ poi spostato in piazza della Scala, dove gli eventi hanno rischiato di precipitare in diverse occasioni: un centinaio di antagonisti, tra cui almeno 30 aderenti alle realta’ piu’ estreme e animati da intenzioni bellicose, sono riusciti a entrare in piazza attraverso la Galleria, ricongiungendosi ai compagni asserragliati in via delle Case Rotte. Un primo momento di scontro e’ stato evitato dall’intervento della Banda degli Ottoni, storica banda milanese vicina all’area antagonista, che si e’ frapposta tra polizia e manifestanti, respingendo quest’ultimi a tempo di musica.
Ma una quindicina di minuti dopo gli eventi sono precipitati di nuovo, con il lancio di bottiglie e fumogeni in piazza della Scala: le forze dell’ordine hanno caricato proprio davanti a Palazzo Marino, e solo una lucida gestione della piazza ha evitato nuovi feriti.

Due carabinieri sono rimasti feriti al ginocchio e alla spalla dal lancio di oggetti e bottiglie. Gli antagonisti hanno poi abbandonato la piazza dirigendosi verso piazza Duomo, dove hanno compiuto un breve giro del perimetro e si sono diretti verso la metropolitana.
Qui, secondo le forze dell’ordine, gli elementi piu’ facinorosi hanno danneggiato alcune telecamere a circuito chiuso e hanno brevemente bloccato i tornelli prima di tornare a casa. (AGI)

centri-sociali-scala-milano

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -