‘Ndrangheta, Procuratore: a Cosenza i nomadi hanno sostituito i clan

nomadi-oro

 

Catanzaro, 27 nov. – “Non si pensi che sconfiggere un clan voglia dire sconfiggere tutta la ‘ndrangheta”. Lo ha detto questa mattina, Vincenzo Antonio Lombardo, procuratore capo della DDA di Catanzaro nel corso della conferenza stampa relativa agli arresti effettuati oggi a Cosenza.

“L’operazione di oggi registra l’evoluzione delle cosche cosentine – ha detto Lombardo – e dopo l’operazione “Tela del ragno” e altre operazioni, i clan Cicero, Lanzino e Perna sono stati sostituiti, a Cosenza, dal clan Rango e dagli zingari, visto che Maurizio Rango ha sposato una nipote di Giovanni Abbruzzese, realizzando una unione personale e attirando a se’ anche gli uomini del clan Bruni”. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -