Spagna: un lavoratore su tre guadagna meno di 645 euro al mese

poverta

 

24 NOV – In Spagna quasi un lavoratore salariato su due guadagna meno di mille euro al mese e uno su tre non raggiunge nemmeno il salario minimo professionale di 645 euro al mese. E’ quanto si evince dai dati relativi al 2013, pubblicati oggi dall’Agenzia Tributaria, in base alle dichiarazioni dei redditi presentate lo scorso anno, secondo le quali sui 16,6 milioni di impiegati, 7,7 milioni hanno un salario inferiore ai mille euro, mentre la retribuzione del 34% non ha raggiunto il salario minimo professionale.

I dati includono, fra gli altri, i salariati con contratti a termine o part time, nella quasi totalità giovani. In particolare, l’86% dei 39.168 minori di 18 anni impiegati guadagna meno del salario minimo; mentre sono oltre 1,1 milioni i lavoratori fra 18 e 25 anni, pari al 74,4% del totale, a ricevere uno stipendio inferiore al salario minimo di 645 euro mensili. Di recente, la Commissione Europea ha denunciato che i tagli salariati provocati in Spagna dalla crisi sono stati “lenti, inefficaci e ingiusti”, dato che pregiudicano soprattutto i lavoratori a termine a beneficio dei contrattualizzati a tempo indeterminato. (ANSAmed)



   

 

 

1 Commento per “Spagna: un lavoratore su tre guadagna meno di 645 euro al mese”

  1. Meno di 645 al mese , è la “crescita” come la intende la troika.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -