Vietato proteggersi. Brescia, «Ronde no, immigrati delinquenti sì?»

immigr-aggress

 

23 nov – «Siamo all’assurdo: agli immigrati viene permesso di svaligiare gli appartamenti e aggredire i cassieri, tornando oltretutto immediatamente in libertà, mentre agli italiani viene negato un pacifico pattugliamento cittadino delle proprie vie».

Come scrive quibrescia  Non usa giri di parole il movimento politico Forza Nuova, che nella serata di venerdì 21 novembre, ha organizzato un presidio davanti al Comune di Darfo Boario terme (Brescia), esponendo lo striscione “Più sicurezza, meno immigrazione”, in risposta al divieto della Questura di organizzare “Passeggiate della sicurezza” per le vie di Darfo.

«Non ci arrendiamo a questa situazione paradossale- hanno aggiunto gli esponenti del movimento- e annunciamo che il nucleo della Valcamonica veglierà sulla situazione, perché una città in cui regna la paura di uscire di casa la sera è una città morta. Siamo pronti a scendere in campo con iniziative simili anche a Lumezzane e, consapevoli che la sicurezza è un patrimonio civico che va tutelato, siamo sicuri che ogni cittadino bresciano con un minimo di buon senso appoggerà le nostre iniziative».



   

 

 

4 Commenti per “Vietato proteggersi. Brescia, «Ronde no, immigrati delinquenti sì?»”

  1. Onore ai cittadini bresciani !

  2. giovanni pancari

    quando ho letto delle ronde, sapevo già come sarebbe finita !!!!!!!!
    Ora non fate i pecoroni……… fate ciò che dite !!!!!!!!!

  3. Condivido con chi mi ha preceduto.

  4. E l’ora di finirla in tutta Italia…no si può essere in dieci persone per uscire di casa alla sera. …E diventato proibitivo andare al cinema . Italiani,armiamoci !!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -