Dice «Gli immigrati affamano gli italiani», studentessa sospesa da scuola

piange

 

La dittatura del pensiero unico procede sempre piu’ aggressiva. Proselitismo pro-clandestini. La scuola è ormai sotto assedio.

18 nov – ADRIA (Rovigo) Durante un incontro organizzato nei giorni scorsi a scuola con un volontario della Caritas si è lasciata andare a commenti pesanti sugli immigrati: «Affamano gli italiani». Per questo una studentessa di un istituto superiore di Adria è stata sospesa per motivi disciplinari per qualche giorno.

Nel corso dell’incontro, incentrato sui temi dell’integrazione e delle nuove povertà, la minore ha anche sostenuto tesi come quella che gli immigrati «fanno morire di fame chi è nato in Italia». Inutili i tentativi di dialogo con la ragazza del relatore, che è stato travolto dalla foga oratoria della studentessa che ha continuato imperterrita le sue argomentazioni.

http://corrieredelveneto.corriere.it/



   

 

 

5 Commenti per “Dice «Gli immigrati affamano gli italiani», studentessa sospesa da scuola”

  1. E DOVE SAREBBE LA LIBERTà DI PENSIERO?

  2. Ha espresso una propria opinione e allora la sospendono ?
    Bella banda di comunisti in quella scuola !
    P.S. – Comunisti che non hanno letto Il Capitale altrimenti intuirebbero che il capitalismo e mafia attraverso gli immigrazione incontrollata stanno creando un esercito di lavoratori che accetterà di essere sottopagato ciò a discapito dei lavoratori italiani che hanno lottato per ottenere i loro diritti !

  3. Grande ragazza.
    Coraggio.
    Onestà mentale.
    Senso di giustizia.

  4. Ad affamare gli italiani, sono i politici. Gli italiani, non si sono mai occupati delle cose pubbliche come gli abitanti di altri paesi europei, hanno sempre delegato i politici e sono derubati di tutto. Gli immigrati fanno i lavori che rifiutano le nuove generazioni viziate dei nostri giorni. L’Italia esporta laureati e diplomati e importa zingari e operai. Col tempo gli italiani diverranno un popolo di zingari, più facile da sfruttare e derubare dalle caste fannullone di comunisti che si sono insediati nelle varie istituzioni. L’unità d’Italia, è arrivata più tardi rispetto agli altri paesi. Siamo un popolo ritardato e masochista.

  5. ARTICOLO 21 della Costituzione Italiana ” Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.” …dovrebbero sospendere quel Preside e/o Professore che ha preso questa triste decisione contro la studentessa.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -