UE: riunione dei ministri per nuove sanzioni alla Russia

mogherini

 

17 nov 2014 – I ministri degli Esteri europei si riuniscono stamane a Bruxelles per discutere delle nuove eventuali sanzioni alla Russia legate alla crisi ucraina, che si dovrebebro concretizzare con un allargamento della lista nera delle personalita’ cui saranno congelati i beni e cui sara’ vietato l’ingresso nel territorio dell’Unione europea.

La riunione si svolge all’indomani di un vertice G20 nel corso del quale gli Occidentali hanno criticato con forza il presidente russo Vladimir Putin e la politica russa di sostegno ai separatisti. Il ministro degli Esteri ucraino, Pavlo Klimkine, e’ stato ricevuto ad inizio mattinata dal nuovo capo della diplomazia europea, Federica Mogherini e si esprimera’ davanti alla commissione Affari esteri del Parlamento europeo alle 14.

“Nuove sanzioni, ma porta aperta al dialogo con Mosca” l’incredibile dichiarazione della Mogherini.. In merito alla crisi ucraina, la diplomazia europea si muovera’ su questo doppio binario, secondo Federica Mogherini, neo responsabile della politica estera Ue, oggi a Bruxelles per presiedere il Consiglio dei ministri degli Esteri dei 28 Paesi membri. “Sicuramente discuteremo delle sanzioni”, ha detto Mogherini al suo arrivo nei palazzi di Bruxelles per un primo incontro bilaterale con il ministro degli Esteri ucraino, Pavlo Klimkin. “Ma le sanzioni in sé non sono un obiettivo. Possono essere uno strumento se vengono adottate assieme ad altre misure“, ha aggiunto Mrs Pesc. L’Ue deve trovare una “strategia complessiva” che includa anche spingere l’Ucraina ad adottare riforme, specie quelle volte a rafforzare la “sicurezza civile”. Il Consiglio dovra’ poi discutere su “come rilanciare o come avviare un dialogo con la Russia in quanto Unione europea”, ha aggiunto



   

 

 

1 Commento per “UE: riunione dei ministri per nuove sanzioni alla Russia”

  1. CONTINUIAMO A NON CAPIRE NIENTE….LA UE,VUOLE LA TERZA GUERRA MONDIALE !!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -