Vicenza: antifascisti dei centri sociali contro la manifestazione di Forza Nuova

antifascisti

 

11 nov – Sarà un sabato caldo, a Vicenza, il 15 novembre, quando Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova, sarà a Vicenza per tenere una conferenza sulla presenza militare americana a Vicenza, in seguito al caso della violazione del regime di quarantena da parte di un soldato americano, ricoverato all’ospedale San Bortolo.

“Annunciamo di conseguenza una giornata di mobilitazione per manifestare tutta la nostra ostilità di fronte alla presenza di uno dei fondatori negli anni settanta del movimento “Terza Posizione” – scrive il centro sociale Bocciodromo, in un comunicato – Rifiutiamo nettamente questa strumentalizzazione (???) della “questione ebola” per alimentare paura, xenofobia e guerra tra poveri. Dal 2006 ad oggi Vicenza e i vicentini hanno dimostrato la loro contrarietà alla presenza delle basi americane nel territorio attraverso manifestazioni, iniziative, convegni fino al taglio delle reti del Dal Molin, della Fontega e della Pluto. Vivono quotidianamente sulla loro pelle gli effetti delle servitù militari, dalla sottrazione di territorio ai continui episodi di stupri, passando per la distruzione del sistema di drenaggio nell’area del Dal Molin che porta a frequenti allagamenti nella zona in caso di piogge consistenti”.

Fiore può stare tranquillamente a casa sua, sia perché non abbiamo bisogno di farci spiegare cosa siano le servitù militari e sia perché Vicenza è una città accogliente, che non accetta la presenza di fascisti di vecchia e nuova data -concludono, annunciando – Verso la mobilitazione di sabato 15 novembre, è convocata una assemblea pubblica per giovedì 13 novembre, alle ore 21, al Bocciodromo”.“

vicenzatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -