Roma: Corte d’appello in tilt, acqua non potabile e invasione di topi

marino

 

10 nov. – Non c’e’ acqua potabile, gli impianti di condizionamento dell’aria sono rotti. E in piu’ ci sono topi che scorrazzano tranquilli e indisturbati. Rischia di subire un rallentamento l’attivita’ giudiziaria presso gli uffici e le aule della corte di appello di Roma.

A rendere noto lo stato di emergenza, con una lettera inviata a tutti i presidenti e consiglieri e al personale, e’ stato il presidente Luciano Panzani. Pur precisando che “allo stato non vi sono pericoli per il personale e per il pubblico” e che la “situazione e’ costantemente monitorata”, l’alto magistrato nella sua missiva ha sottolineato cone “il 6 novembre si siano verificate anomalie di funzionamento dell’impianto di condizionamento dell’edificio di via Romeo Romei che hanno reso necessaria la disattivazione dell’impianto”. E che, a seguito dei controlli effettuati all’impianto idrico, con bonifica di alcune parte e divieto di bere l’acqua, e’ stato “autorizzato l’intervento di derattizzazione”.

Fra trenta giorni, l’auspicio di Panzani, la situazione dovrebbe tornare alla normalita’: “Nel frattempo si cerchera’ di ridurre al minimo l’utilizzo delle aule di udienza, soprattutto nei casi di presenza di molte persone, ricorrendo alla collaborazione degli altri uffici giudiziari”. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -