Rischio terrorismo in Italia: reclutamento fra immigrati di seconda generazione

jihad-francia

 

5 nov. – Allarme dei servizi segreti sul terrorismo di matrice islamica. Nel mirino degli 007 il web e una trentina di persone che operano sul territorio italiano facendo propaganda e inneggiando alla Jihad, la guerra santa.

“Lo Stato Islamico (o ISIS ndr) – si legge in una nota della nostra intelligence – degli del Dis di cui il GR1 e’ venuto in possesso – fa un esteso e puntuale utilizzo di piattaforme virtuali per divulgare i propri prodotti mediatici ma soprattutto per diffondere la propria ideologia. Tale utilizzo – prosegue l’informativa – favorisce anche un meccanismo di reclutamento indiretto e di auto-radicalizzazione da parte di elementi della cosiddetta seconda generazione in particolare nei paesi non arabofoni”. L’attenzione dunque e’ massima. Lo conferma al GR1 Giampiero Massolo, direttore del Dipartimento Informazione e Sicurezza, organismo di coordinamento dei servizi segreti.

bodrini-kyenge

 

“Il web – spiega Massolo – crea delle opportunita’ assai piu’ ampie di radicalizzazione. Di fatto crea una specie di cassa di risonanza virtuale in cui i messaggi indirizzati verso chi e’ piu’ facilmente radicalizzabile sicuramente trovano un’eco molto ampia e molto facile. ….non abbiamo in questo momento in Italia una notizia di progettualita’ specifica – aggiunge Massolo – cio’ non di meno abbiamo in atto un’attivita’ di attenta vigilanza proprio per evitare che dalla potenzialita’ si possa passare agli atti”. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -