Vaticano, cresce il fronte anti Francesco: “La Chiesa è una nave senza timone”

Papa1

 

31 ottobre  – Unioni di fatto. Comunione ai divorziati. E ancora: adozioni. La Chiesa che cambia e Papa Francesco che apre alla società moderna. I messaggi di innovazione che arrivano dal Vaticano sono forti, sempre più forti. E sono arrivati fin dentro i lavori del Sinodo sulla famiglia. Ma come è inevitabile che sia, troppe aperture hanno generato il malconento dei “conservatori”.

In prima fila, ecco il cardinale statunitense Raymond Leo Burke, Prefetto della Segnatura apostolica, uno dei portavoce del fronte conservatore al recente sinodo straordinario sulla famiglia, torna a esprimere parole preoccupate nei confronti di Papa Francesco: “Molti mi hanno manifestato preoccupazione”, afferma in un’intervista al giornale spagnolo Vida Nueva – punto di riferimento dei cattolici dell’America Latina – il porporato statunitense.

In un momento così critico, nel quale c’è una forte sensazione che la Chiesa sia come una nave senza timone, non importa per quale motivo; la cosa più importante che mai è studiare la nostra fede, avere una guida spirituale sana e dare una forte testimonianza della fede.

“Ho tutto il rispetto per il ministero petrino – afferma Burke – e non voglio sembrare di essere una voce contraria al Papa. Vorrei essere un maestro della fede con tutte le mie debolezze, dicendo la verità che oggi molti avvertono. Soffrono un po’ di mal di mare, perché secondo loro la nave della Chiesa ha perso la bussola. Bisogna mettere da parte la causa di questo disorientamento, perché non abbiamo perso la bussola. Abbiamo la costante tradizione della Chiesa, gli insegnamenti, la liturgia, la morale. Il catechismo non cambia”. Lo stesso Burke ha affermato alla stampa che per volontà del Papa starebbe per lasciare la guida del dicastero vaticano per diventare patrono del Sovrano ordine militare di Malta.

“Il Papa giustamente parla della necessità di andare nelle periferie – continua il Prefetto della Segnatura apostolica – La risposta della gente è stata molto calorosa. Però non possiamo andare alle periferie con le mani vuote. Andiamo con la Parola di Dio, con i sacramenti, con la vita virtuosa dello Spirito Santo. Non dico che il Papa lo faccia, però c’è il rischio di interpretare male l’incontro con la cultura. La fede non può adeguarsi alla cultura, ma deve richiamarla alla conversione. Siamo un movimento contro-culturale, non popolare”.

.today.it



   

 

 

1 Commento per “Vaticano, cresce il fronte anti Francesco: “La Chiesa è una nave senza timone””

  1. Esatto! Ma la Chiesa stessa deve anche ammettere benche non lo farà mai-che con Ratzinger la popolarità era ai minimi storici e con essa anche le entrate economiche evidentemente. Ecco allora il nuovo perfetto modello di marketing, degno del miglior venditore di pentole in TV, ma laureato alla Bocconi, per cercare di far risalire i “conti”. Parla di semplicita, di umiltà, di bisogni ai poveri, MA perché visto che va ad influenzare la politica non va a cercare di salvare la nazione, i poveri pensionati, i padri di famiglia e i giovani senza lavoro, ne’ futuro, piuttosto che parlare di unioni gay, divorziati e sostenere gli immigrati clandestini, ai quali per altro la nazionale offre a nostre spese , già tanto?
    Tutti questi discorsi da salotto d’essai mi ricordano tanto il fumo negli occhi dei nostri politici per distrarre la gente dai veri problemi. Perché non vede di risanare lo IOR e con esso la massoneria, che da buon gesuita è molto simile a quedti? È forse per questo che si mette a dar fumo negli occhi pure lui?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -