Ebola: medico valdostano in quarantena, ma torna a casa in treno

Condividi

 

ebola

 

31 ottobre – Il medico valdostano rientrato dalla Sierra Leone dopo aver lavorato per un mese in un ospedale di Emergency ha raggiunto nella notte, viaggiando tranquillamente in treno, la sua abitazione in Val d’Aosta. Nella mattinata di venerdì, quindi, al comune di Quart è stata notificata l’ordinanza di “quarantena domiciliare” di 21 giorni quale prevenzione contro Ebola.

La misura è prevista da una procedura di prevenzione contro la diffusione del virus Ebola definita dall’Azienda Usl della Valle d’Aosta.

Peccato che il medico abbia già preso l’aereo (di linea) e sia atterrato a Malpensa. Poi, come un passeggero qualunque, ha preso pure il treno diretto in Valle d’Aosta. . Ora è in quarantena, ma se fosse già stato contagiato, sarebbe entrato in contatto con decine di persone.

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -