Elezioni Tunisia: la Maggioranza laica e liberale ha detto no all’estremismo

Nidaa-Tounes

 

27 ottobre – “Se la tendenza come pare verrà confermata e la maggioranza sarà nelle mani del partito laico Nidaa Tounes, anche la Tunisia sarà libera dall’estremismo e potrà ricostruire finalmente le basi del proprio futuro. L’effetto primavera araba è quasi del tutto svanito e il 62% di votanti lo testimonia palesemente”.

Così Souad Sbai, giornalista e scrittrice italo-marocchina, commenta i primi risultati delle elezioni tunisine che vedono in vantaggio il partito laico Nidaa Tounes sugli islamisti di Ennadha.

“La maggioranza tunisina moderata, che oggi conferma con il voto le innumerevoli proteste di piazza contro Ennadha, ha scelto di cambiare strada per sempre e lo fa con un coraggio straordinario, mentre il mondo arabo e mediorientale è scosso dalla violenza di Isis. Proprio la volontà di dire no all’estremismo imposto dall’alto e di dire si alla laicità e alla democrazia dello Stato – dice Sbai – testimonia come un certo movimento di pensiero si sia definitivamente esaurito e come il mondo arabo stia cambiando. Stavolta, e non come nel 2011 quando vinse l’estremismo, davvero la prova del voto e della democrazia è stata superata. Il sacrificio di Chokri Belaid e di chi come lui voleva una Tunisia laica e libera non è stato vano”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -