Nigeria: islamisti bruciano case e rapiscono 60 ragazze. Tre uomini sgozzati

boko-haram

 

23 OTT – Secondo l’agenzia Misna, almeno 60 altre ragazze sarebbero state rapite in Nigeria, nella regione di Adamawa nel nord est del paese dal gruppo islamico jihadista Boko Haram: 40 sono di Waga Mangoro e altre 20 di Grata. L’area era da circa due mesi sotto il controllo dei ribelli.

Secondo testimoni, “un centinaio di Boko Haram fortemente armati, sono entrati nel villaggio e hanno cominciato a sparare e hanno bruciato case e negozi. Hanno ucciso due uomini e portato via le ragazze.

Intanto la Camera dei Rappresentanti – riporta il sito ThisDay live – ha approvato il prestito di 1 miliardo di dollari richiesto dal presidente della Nigeria Goodluck Jonathan per rifornire l’esercito di armi ed equipaggiamento così da mettere fine alla rivolta islamista. I testimoni, sopravvissuti all’attacco, hanno confermato il rapimento via telefono dicendo che centinaia di ribelli hanno dato l’assalto alla zona in sella a motociclette e pulmini; nel corso dell’offensiva hanno dato fuoco a numerose abitazioni: “I ribelli sono ancora nell’area. Hanno tagliato la gola a tre uomini a Garta e rapito molte giovani donne. Abbiamo sentito che anche a Waga hanno ucciso due uomini e portato via almeno 40 donne”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -