Jihadisti Isis già sbarcati in Sicilia? I sospetti dei pm di Catania e Ragusa

isis

 

22 ottobre – La notizia ‘riservata’ in pochi giorni ha interessato due procure e l’intelligence dell’antiterrorismo.
Riguarda diverse foto trovate sui cellulari di alcuni migranti appena sbarcati a Pozzallo. Ritraggono tre egiziani, presunti jadisti, immortalati con fucili kalashnikov. Quelle foto hanno messo in moto la macchina dell’antiterrorismo per tentare di avere la situazione sotto controllo.

Tutto parte un mese fa quando a Pozzallo sbarca un natante con oltre un centinaio di immigrati. Tra questi, tre egiziani che risultano, ai controlli, in possesso di smartphone con la foto, registrata in memoria, di un kalashnikov.

Che ci fanno tre migranti ufficialmente in fuga dal loro Paese con la stessa identica foto della mitraglietta sovietica sui cellulari?
Secondo gli 007 dell’Antiterrorismo potrebbe trattarsi di un “segnale” di riconoscimento per “basisti” appartenenti a cellule terroristiche islamiche dell’Isis, Islamic State of Iraq and Syria, il califfato di Abu Bakr Al Baghdadi. Una sorta di parola d’ordine per riconoscersi una volta sbarcati in terra straniera. Da quel momento, investigatori e analisti del Viminale tengono sotto controllo le coste siciliane ritenute un canale di ingresso privilegiato per spostamenti di jihadisti inviati in Occidente.

La digos di Ragusa ha così stilato una prima informativa che ha trasmesso al procuratore di Ragusa Lello Petralia che a sua volta l’ha inviata alla procura della Repubblica di Catania in cui ha sede la direzione distrettuale antimafia.
A Catania la procura ha interessato il pool di magistrati che si occupano ormai in pianta stabile degli sbarchi sulle coste siciliane e al momento non ha ancora deciso se aprire un fascicolo con eventuali iscrizioni.

L’allarme sul possibile contagio dell’epidemia terroristica in Italia, a partire dagli sbarchi siciliani, è già rimbalzato al Viminale. E così sono stati ulteriormente intensificati i controlli divenuti frenetici a partire dal cara di Mineo, ma in tutti i centri dove ci sono immigrati in gran numero.

BlogSicilia



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -