Germania, Weidmann insulta Italia e Francia: “bambini problematici dell’Ue”

Merkel, Weidmann, Bundestag

14 ottobre – Francia e Italia, in ritardo sulle riforme, diventano sempre di più i ‘bambini problematici’ dell’eurozona”. Lo ha detto il presidente della Bundesbank Jens Weidmann, stasera a Bielefeld. Weidmann ha parlato di ‘Sorgenkinder’, espressione più volte utilizzata a proposito di questi due paesi nel dibattito tedesco.

Barnard: ho le prove, l’Italia ha trasferito in tasse migliaia di miliardi alla Germania. Non me lo hanno fatto dire

‘Gli esempi di Spagna e Irlanda mostrano che le riforme strutturali valgono la pena”, ha spiegato Weidmann, mettendo in contrapposizione i casi di Madrid e Dublino a quelli di Roma e Parigi. ”Non basta sanare le banche -secondo il presidente della Bundesbank, che ha parlato delle origini e delle soluzioni della crisi dell’eurozona – altri punti deboli dello sviluppo vanno corretti”. Parlando dei progressi compiuti nell’eurozona Weidmann ha ricordato che i paesi in crisi ”sono riusciti a ridurre il deficit” a ”ridurre, ad eccezione dell’Italia, i costi complessivi del lavoro”

Germania: 351 miliardi di sommerso. E’ il Paese piu’ corrotto d’Europa

Ex consigliere di Barroso spiega come ci hanno fregato per salvare banche tedesche e francesi

“Ci stiamo avvicinando al maggior disastro finanziario nella storia del mondo”

Deutsche Bank vanta la maggiore esposizione in derivati di qualunque istituto americano, vale a dire oltre 75 trilioni di dollari (5 volte il Pil europeo e più o meno il Pil del mondo!!)

 

 

 



   

 

 

1 Commento per “Germania, Weidmann insulta Italia e Francia: “bambini problematici dell’Ue””

  1. Meglio “Sorgenkinder” che “Arschloch” come lui !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -