Fondi da USA, UE e Qatar, oltre 1,6 miliardi per la ricostruzione di Gaza

euro-butt12 ottobre – L’Unione europea destinerà alla Striscia di Gaza 450 milioni di euro per il 2015 per la ricostruzione. Lo ha detto il capo della diplomazia europea Catherine Ashton, al Cairo nella conferenza dei donatori.  Gli Stati Uniti ne doneranno 168 milioni (212 milioni di dollari).

Il Qatar ha promesso di contribuire con un miliardo di dollari alla ricostruzione della Striscia di Gaza. Si tratta dell’impegno più grande annunciato fino ad ora nella conferenza dei donatori in corso al Cairo.

Il segretario di Stato Usa John Kerry ha annunciato un finanziamento americano di 212 milioni di dollari (equivalenti a circa 168 milioni di euro) per la ricostruzione di Gaza. Kerry ha anche fatto appello a israeliani e palestinesi a “fare più passi positivi” per mantenere il cessate il fuoco e instaurare la pace.

Alla conferenza partecipano delegazioni di circa 50 paesi e almeno 30 ministri degli Esteri tra i quali Federica Mogherini.

Secondo il presidente dell’Autorità nazionale palestinese Mahmoud Abbas,  per la ricostruzione di Gaza sono necessari 4 miliardi di dollari. L’ultima guerra, ha affermato, ha causato “tragedie difficili da descrivere a parole”. “Interi quartieri – ha aggiunto – sono stati ridotti in macerie e 90 famiglie non compaiono più negli elenchi del registro civile”.

Sempre questa mattina, si è fatto sentire anche il numero due di Hamas, Ismail Haniyeh, che in una nota ha sottolineato come i palestinesi “sperano che la conferenza dei donatori e le sue raccomandazioni siano differenti dalle precedenti”. “Sfortunatamente la Striscia di Gaza non ha ricevuto denaro per la ricostruzione dopo le promesse fatte nelle due precedenti conferenze”, continua Haniyeh, aggiungendo che “questa volta il denaro deve arrivare in abbondanza per iniziare ciò che l’occupazione (di Israele, ndr) ha distrutto”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -