Febbre dengue a Firenze, disinfestazione in strade e parchi

dengue

 

12 ottobre – Dopo i casi di Prato di settembre, una donna è ricoverata nel reparto malattie infettive di Careggi perchè ha contratto la febbre dengue durante un viaggio in paese tropicale. I residenti  del Quartiere 5 sono preoccupati «soprattutto perché è stato tenuto tutto sotto silenzio», come lamentano alcuni cittadini.

Sono quindi scattati i sopralluoghi e le disinfestazioni dell’Ufficio igiene pubblica della Asl 10, concentrati nell’area tra via de’ Cattani e via San Rocco dove la signora ha vissuto in questi giorni. C’è stata una disinfestazione massiccia di strade, aree verdi private e pubbliche e terrazze per debellare le zanzare e le loro larve,  principale veicolo di trasmissione della malattia.

La profilassi  è  necessaria a titolo precauzionale per abbassare rapidamente la densità della zanzara tigre nelle zone dove il malato ha soggiornato, al fine di ridurre il rischio di innesco di una trasmissione autoctona della dengue”.  I tecnici hanno agito con accurati trattamenti di disinfestazione adulticida e larvicida in strade, zone verdi, corti interne e giardini di pertinenza delle abitazioni.

La malattia è trasmessa da zanzare del genere Aedes, in particolar modo la specie Aedes aegypti ed esordisce con febbre, cefalea, dolore muscolare e articolare, oltre al caratteristico esantema simile a quello del morbillo. In alcuni casi, non molto frequenti, si sviluppa una febbre emorragica con trombocitopenia, emorragie e perdita di liquidi, che può evolvere in shock circolatorio e condurre alla morte. Per la malattia non esiste una vaccinazione.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -