Isis avanza a Kobane: si rischia una nuova Srebrenica. E il mondo sta a guardare

kobane

 

10 ott 2014 – I jihadisti dello Stato islamico hanno conquistato il quartier generale delle forze curde a Kobane, la citta’ al confine con la Turchia ritenuta uno snodo nevralgico per il controllo del Nord della Siria. A cadere nelle mani dell’Isis e’ stata questa mattina l’intera “area di sicurezza” cittadina, che comprende il complesso militare delle Unita’ di protezione del popolo (principale milizia curda, ndr), la base di Assayech e la sede del consiglio locale.

Kobane e’ ormai sotto assedio da giorni e la resistenza dei curdi si sta facendo sempre piu’ debole. I jihadisti, nelle ultime ore, stanno anche provando a raggiungere il confine con la Turchia da Nord, ha riferito l’Osservatorio siriano sui diritti umani. Circa 700 persone, per la maggior parte anziani, sono rimaste intrappolate in citta’ mentre “da 10.000 a 13.000 abitanti sono ammassati alla frontiera”, ha spiegato l’inviato Onu per la Siria, Staffan De Mistura. Una situazione gia’ insostenibile che, secondo il diplomatico italo-svedese, potrebbe ulteriormente aggravarsi, trasformandosi in un “massacro”, “una nuova Srebrenica”. Un rischio assolutamente da evitare.

Da qui l’invito rivolto da De Mistura alle autorita’ turche: “Se Kobane non sara’ aiutata, probabilmente cadra’. Dovete permettere ai rifugiati curdi che lo vogliono” di superare il confine e “unirsi all’autodifesa della citta’, con un equipaggiamento sufficiente, che possa far cambiare le cose”. Il diplomatico delle Nazioni unite, d’altra parte, ha chiarito che “non e’ attraverso le risoluzioni dell’Onu che si fermera’ l’avanzata dell’Isis”. “Il nostro appello alla Turchia e’ a prendere misure supplementari per fermare l’Isis; in caso contrario noi tutti, Turchia compresa, ce ne pentiremo”, ha insistito De Mistura. (fonte afp)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -