Indiana incinta suicida nel Salernitano: arrestati 2 cognati per violenze

india58 ott 2014 – Lo scorso gennaio si era suicidata lanciandosi da una finestra nonostante fosse incinta, oggi la polizia ha fatto luce sulle cause all’origine del tragico gesto di una giovane donna indiana arrestando due suoi cognati.

A Battipaglia, in provincia di Salerno, gli agenti del locale Commissariato hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare nei confronti di una coppia di nazionalita’ indiana, S. R., di 41 anni e K. S., 39enne. I due coniugi sono ritenuti responsabili di maltrattamenti contro familiari e conviventi, con conseguente morte della vittima per suicidio. I poliziotti hanno accertato che S. R. aveva abusato sessualmente della cognata, filmando le fasi dei rapporti intimi al fine di ricattarla e costringerla a continuare a soggiacere ai suoi desideri sessuali.

L’uomo, S. R., e’ stato anche accusato di violenza sessuale, aggravata dallo stato di gravidanza della vittima. Le indagini, coordinate dalla Procura di Salerno, erano state avviate dopo il suicidio di una cittadina indiana incinta residente a Battipaglia e coniugata con un suo connazionale. La donna si era lanciata nel vuoto da una finestra dell’edificio dove abita la coppia di cognati, con i quali aveva coabitato nel primo periodo di residenza in Italia.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -