Napoli, il demovertice sulla BCE: gli interventi e i relatori

cips

 

3 ottobre – Ciò che per i cittadini è un DIRITTO all’informazione ed alla conoscenza, per il CIPS diventa un DOVERE! E’ con questo slogan e soprattutto con questo spirito che si è svolta ieri 2 ottobre a Napoli la conferenza: “DEMOVERTICE: CHE COSA E’ LA BCE…?. L’obiettivo, riuscito, era quello di ribadire agli Italiani ciò che i media asserviti al regime puntualmente non dicono. La conferenza è stata una opportunità di conoscenza e confronto su un tema che incide sulla vita di tutti.

Ad aprire la conferenza, un insolito relatore, un artista partenopeo, Marco Zurzolo, sassofonista jazz che attraverso il linguaggio universale della musica ha fatto un plauso al coraggio della libera informazione ed ha così introdotto i relatori della Convention.

La conferenza è stata moderata da Luigi De Giacomo e Angelo Delle Cave.

Ha aperto i lavori Francesco Ciabattoni, Avvocato del foro di Ascoli, che ha portato il saluto agli intervenuti in qualità di Presidente del CIPS, Comitato Italiano Popolo Sovrano, – promotore della Conferenza – e che ha parlato della subdola cessione della sovranità monetaria alla Ue a soprattutto a una ‘entità’, la Banca Centrale Europea che risponde solo alla finanza mondialista. Ciabattoni, ha stigmatizzato il fatto che non è giustificabile la cessione della sovranità monetaria a causa dell’altissima inflazione che c’era all’epoca in Italia e neanche per la manifesta incapacità di gestirla da parte dei dirigenti di quei governi.

All’intervento di Ciabattoni è succeduto quello dell’Avv. Antonio Grazia Romano, uno dei promotori per le decine di migliaia di denunce contro lo Stato per istigazione al suicidio (Art. 580). Antonio Grazia Romano ha sottolineato l’incostituizionalità della cessione di sovranità che, per molti aspetti, ha significato soltanto lo sfruttamento di risorse a favore di lobby internazionali.

E’ stata la volta del Dott. Salvatore Tramontano, Presidente della Fondazione Commercialisti di Napoli, che si è soffermato sui tecnicismi dell’eurocrazia sottolineando paradossi come neanche le aliquote IVA sono unificate, ma che invece sono unificate e all’ordine del giorno truffe e maxi evasioni fiscali a favore dei soliti noti impuniti. Suo, infine, l’appello di unire le forze per ricorrere, puntualmente alla Corte di Strasburgo per far valere i nostri diritti.

Il Dott. Dario Ciccarelli, autore del libro: “Il bandolo dell’Euromatassa”, grazie alla sua pluriennale esperienza come Rappresentante Italiano nell’Organizzazione Mondiale del Commercio, ha dato una chiave di lettura più assertiva e ancorata al Diritto, parlando delle contraddizioni della Ue rispetto alle singole Nazioni. Con riferimenti e citazioni puntuali e pragmatici Ciccarelli, ha spiegato come per l’Organizzazione del Commercio Mondiale gli unici riferimenti, che sono quelli che hanno poi firmato al suo interno, sono gli Stati, le Nazioni, e non un’Unione Europea che giuridicamente “non esiste” e non può, quindi, essere riconosciuta come interlocutore.

E’ finalmente arrivato l’attesissimo intervento di Padre Quirino Salomone, frate francescano che da oltre 50 anni è al servizio degli ultimi. Padre Quirino ha portato la sua testimonianza di operatore e missionario del Bene Comune, e soprattutto la sua grande esperienza in merito alla truffa monetaria che oggi viene ci viene venduta come crisi: i suoi riferimenti a San Francesco ed a Celestino V, il Papa anti usura, la sua vicinanza umana ed intellettuale con il giurista Giacinto Auriti, la sua grande umanità, l’utilizzo di un linguaggio semplice e forte allo stesso tempo, sono elementi che arrivano al cuore dei partecipanti. La Dottrina della Chiesa, come riferimento prezioso della migliore esperienza filosofica e culturale, patrimonio dell’umanità, è stato un altro passaggio importante dell’intervento di Padre Quirino che ha poi chiuso il suo apprezzatissimo intervento con lo storico riferimento al povero, come colui che non aveva nulla ed al quale non si poteva chiedere, e perciò libero; oggi diventato, invece, debitore, e quindi schiavo.

ll Dott. Salvatore Tamburro, noto economista, impegnato da anni in battaglie contro l’usura della banche e contro lo strapotere della BCE, ha illustrato in maniera semplice ed efficace i meccanismi che sovrintendono alle prerogative della Banca Centrale Europea e del piano politico-finanziario a cui essa fa capo. Siamo alla vigilia della seconda maxi emissione di Euro da parte della BCE, come annunciato dal governatore Mario Draghi: la prima emissione a favore delle banche, che doveva essere il motore della ripresa favorendo il credito alle famiglie ed alle imprese, è finita, ed è rimasta, per la stragrande parte, all’interno degli Istituti di Credito. E’ per questo che Salvatore Tamburro nutre fortissimi dubbi sulla reale efficacia di questa seconda emissione della BCE e sulla effettiva volontà di far riprendere economia e consumi. Infine, il Giudice Ferdinando Imposimato ha ripercorso, il tradimento della vera essenza di questa Europa, tradimento che ha portato da un lato disperazione e povertà, e dall’altro, caos istituzionale con richiami a nazionalismi in ogni Stato d’Europa.

Gli intervento sono stati trasmessi in diretta streaming sul Canale Salvo 5.0, con la collaborazione di Alessandro Gallo, socio fondatore del CIPS. Al termine i relatori non si sono sottratti al Dibattito e sono state tante le richieste di intervento da parte del pubblico presente: ogni domanda, ha avuto risposta da parte dei relatori ed ha visto due interventi illuminati del Dott. Salvatore Rainò, scienziato e medico, della segreteria politica del CIPS, il quale non ha mancato di fare un chiaro riferimento ad un’alleanza per la Vita che non può attendere oltre!



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -