Elezioni Tunisia, candidata col niqab: “Il velo integrale mi dà credibilità”

niqab2

 

29 SETT – “Il velo integrale mi dà credibilità e mi garantisce la stima delle donne e delle classi più deboli”. Ne è convinta Hoda Houta, studentessa tunisina della provincia di al-Mahdiya che ha deciso di candidarsi alle prossime elezioni parlamentari con il partito Fronte della riforma a orientamento islamico. In un’intervista ad Aki-Adnkronos International, Houta spiega di “credere nel ruolo importante della donna tunisina in politica”, come dimostra “la presenza nella nostra lista di oltre 76 donne, quattro delle quali indossano il niqab”, ossia il velo integrale.

Il Fronte della riforma fa parte della lista ‘Il popolo vuole’ assieme al partito d’Indipendenza nazionale e altri indipendenti. La candidata assicura di “non aver avuto difficoltà a incontrare gli elettori a causa del velo, anzi mi è stata riservata una calda accoglienza. Il mio abito – continua – è un fatto personale che non ha nulla a che fare con la politica, al contrario mi ha conferito grande credibilità e la stima delle donne e delle categorie più svantaggiate”.

Houta spiega in particolare che le donne incontrate “si sono mostrate determinate a votare per il 26 ottobre poiché cercano un’ancora di salvezza che le riscatti dal loro stato attuale”. La giovane donna Houta ritiene che “non vi sia alcuna contraddizione tra i principi del Fronte di riforma, che è un partito religioso, e la democrazia, finché quest’ultima si ispira all’Islam”. “Noi – dice – accettiamo tutto ciò che è conforme all’Islam”.

Quanto agli scontri cui si assiste in Tunisia negli ultimi mesi tra gruppi terroristici e forze di sicurezza e alle possibili ripercussioni sul suo partito, la candidata assicura che il Fronte “è contro qualunque atto terroristico e noi abbiamo condannato questi attentati”.

In merito al ritorno sulla scena politica dei dirigenti dell’ex regime di Zine el-Abidine Ben Ali, Houta riferisce “la paura giustificata” della sua lista, che è determinata a portarli di fronte alla giustizia, prima di pensare a una possibile riconciliazione. La maggior parte dei candidati della coalizione ‘Il popolo vuole’ alle prossime elezioni parlamentari ha meno di 35 anni.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -