Banche, Visco: Da Ciampi insegnamenti che ci ispirano ancora oggi

ciampi-prodi

 

27 settembre  – “Gli insegnamenti di Ciampi, reinterpretati, ispirano tuttora il nostro operato alla guida della Banca d’Italia”. Così il governatore Ignazio Visco, nel suo intervento alla giornata di studi in onore di Carlo Azeglio Ciampi che si svoge a Sulmona, intitolato ‘Carlo Azeglio Ciampi e la Banca d’Italia: un cammino durato 47 anni. “L’essenza del messaggio e dell’esempio di Ciampi conserva, potente, la sua validità. Dobbiamo a Ciampi qualcosa che va oltre l’economia, pur essendo per essa essenziale: una incrollabile fiducia nelle possibilità di questo Paese e della sua gente” prosegue Visco.

“È questa sua fiducia che lo ispirò ad accettare, con fatica (e posso testimoniarlo direttamente), di servire il Paese al di fuori della Banca per contribuire al superamento della difficile situazione in cui versava la nostra economia nella primavera del 1993” ricorda l’attuale governatore.

Qui potete comprendere come Ciampi ci ha rovinati derubamdoci della sovranità monetaria

Anno 2011 – Enrico Letta ammette il colpo di mano sulla sovranità monetaria

Quello di Ciampi, prosegue Visco “fu un contributo determinante, nel quadro di un’esperienza di vita e professionale unica, pur nella consapevolezza, per usare le parole di Curzio Giannini, brillante economista della Banca prematuramente scomparso, che ‘la legittimazione delle banche centrali viene dalla competenza, dalla moderazione, dall’orientamento al medio-lungo periodo, dal rifiuto di assumere compiti esulanti dai propri ruoli primari'”. “La Banca d’Italia, deve molto a Carlo Azeglio Ciampi – conclude Visco – che in essa per 47 anni ha così bene operato e che al suo prestigio ha così tanto contribuito, in Italia, in Europa e nel mondo”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -