Vicenza: spese scandalose per accogliere i clandestini, 228mila euro in soli 3 mesi

immigr

 

25 settembre – “Che in provincia di Vicenza siano stati spesi circa 228 mila euro in soli 3 mesi, da marzo a giugno, per l’accoglienza di clandestini presunti profughi, è un vero e proprio insulto per migliaia di famiglie vicentine che non arrivano alla fine del mese e che dallo Stato ricevono lo zero assoluto in termini di aiuti e di sostegno. Basta con questo sperpero di denaro pubblico, è ora di finirla con questa demenziale operazione che si chiama ‘Mare Nostrum’ che, ad oggi, ha prodotto l’inarrestabile invasione di oltre 130 mila extracomunitari sbarcati nelle nostre coste nel solo 2014”.

Lo dichiara l’europarlamentare leghista Mara Bizzotto, vice segretaria veneta della Lega Nord, dopo i numeri resi noti dalla Prefettura di Vicenza sulla gestione dei profughi nel periodo tra marzo e giugno 2014.

“Se la cifra spesa per i soli 3 mesi primaverili è di quasi 228 mila euro, chissà a quanto ammontano i costi raggiunti nei mesi estivi con lo spaventoso aumento degli sbarchi – continua l’eurodeputata Bizzotto – Mentre Paesi molto più civili del nostro, come l’Austria e la Germania, non spendono un euro per questi clandestini e, anzi, quando li prendono li ricacciano in Italia, noi siamo l’unico Paese di fessi al mondo che se li va a prendere in mare aperto e che spende centinaia di milioni di euro per accogliere amorevolmente dei perfetti sconosciuti che portano ai nostri territori soltanto una serie impressionante di problemi”.

“C’è davvero di che essere sbalorditi di fronte al ‘capolavoro’ compiuto dal governo Renzi-Alfano che è riuscito a far invadere le nostre città utilizzando i soldi degli italiani. Uno scandalo che non ha eguali nel mondo!” conclude Mara Bizzotto.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -