Crotone, rimossa la croce dal cancello del cimitero “scelta di laicità”

croce-cimit

 

22 settembre  – Il cancello di ingresso del cimitero comunale è stato recentemente sostituito da una nuova inferriata. Tutto normale se non fosse che la croce che stava in cima al vecchio cancello non è stata riposizionata in cima al nuovo. Secondo quanto denunciato dal consigliere comunale di minoranza, Fabrizio Meo, la cosa non sarebbe frutto di una dimenticanza ma piuttosto l’esito di una precisa scelta di laicità.

GUARDA IL CANCELLO PRIMA E DOPO LA RIMOZIONE DELLA CROCE

Meo spiega che la decisione «sarebbe la premeditata conseguenza di una precisa scelta di “laicità”, per come ha avuto modo di spiegare – afferma Meo – il preposto dirigente ai lavori pubblici a riguardo interpellato, vedremo se nei prossimi giorni il sindaco (Peppino Valloone, ndr) si farà egli stesso portavoce di una posizione tanto “avanzata”». Una scelta per la quale il politico ricorda la decisione del Consiglio di Stato che a suo tempo ha evidenziato come «occorre considerare che la Costituzione repubblicana, pur assicurando pari libertà a tutte le confessioni religiose non prescrive alcun divieto alla esposizione nei pubblici uffici di un simbolo che, come quello del crocifisso, per i principi che evoca e dei quali si è già detto, fa parte del patrimonio storico».

Ma per il consigliere comunale, quand’anche non fosse vera la scelta di laicità e si fosse trattata di mera dimenticanza «non potremmo ugualmente esimerci dal manifestare il nostro franco sconcerto a fronte della più assoluta mancanza di attenzione su una vicenda che lo ribadiamo è un segno evidente di come in questa città si possa amministrare senza rispondere a niente ed a nessuno».

quotidianoweb



   

 

 

2 Commenti per “Crotone, rimossa la croce dal cancello del cimitero “scelta di laicità””

  1. Mi auguro che la croce venga rimessa sul cancello al più presto . L’ Italia è stata costruita su valori cristiani. I valori cristiani non ci abbandonano da duemila anni. Chiunque viene in Italia deve accettare e rispettare questo. Chi non è d’accordo o non vuole adeguarsi è libero di tornare dal posto da cui è venuto. E’ giunta l’ora di fare valere questa volontà, fare come ci dicono gli altri nella nostra Italia è da ipocriti. Gli italiani non sono ipocriti.

  2. Ma quale laicità..!!!!…. Il cristianesimo regna in italia della venuta di cristo sulla terra, tanto spargimento di sangue per l il consolidamento, adesso un piccolo “caporale” lo vuole distruggere, il cimitero appartiene al popolo e non all’assessore. RIPOSIZIONARE LA CROCE AL SUO POSTO.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -