Roma: 13enne minacciato e ferito da gang di nomadi

rom-1

 

20 settembre – «Di ritorno da scuola, Matteo, un ragazzo di 13 anni, è stato minacciato e perquisito da un nucleo di nomadi formato da due donne e 4 bambini, uno nel passeggino e tre, di cui due femmine e un maschio, presumibilmente di età compresa tra i 10 e gli 11 anni.

Secondo la descrizione della mamma diffusa sui social network, l’aggressione è avvenuta a Largo La Loggia. La vittima sarebbe stata spintonata dal maschio, ferita e buttata in mezzo alla strada con il rischio di finire sotto una macchina e perquisito alla ricerca del cellulare. Solo l’intervento di un passante, allarmato dalle grida di Matteo, ha evitato che la situazione peggiorasse ed ha messo in fuga il nucleo di baby e mamme rapinatori».

È quanto denuncia in una nota Marco Giudici, consigliere del Municipio XII di Roma, che si recherà da Matteo per esprimergli la propria vicinanza.

«Chiedo che questo episodio non rimanga impunito – prosegue Giudici – e che si battano a tappeto tutti i campi e i luoghi dove potrebbe dimorare questo nucleo, perché stavolta si tratta di una rapina di gruppo, che non deve rimanere impunita. Le baby gang, oltretutto con le mamme al seguito, nei nostri quartieri sono in crescita preoccupante, considerando anche le segnalazioni che vengono periodicamente diffuse sui social network. Le istituzioni intervengano prima che la situazione degeneri per mano di qualche genitore esasperato. Non mi stancherò mai di accusare chi forza e promuove queste politiche di integrazione forzata in favore dei nomadi solo per soddisfare le proprie tasche e il proprio potere, con il risultato di aggravare in modo intollerabile il problema della sicurezza a Roma e il conflitto sociale. Il sindaco Marino si assuma le proprie gravi responsabilità, faccia visita a Matteo – conclude Giudici – e si adoperi per scongiurare ulteriori rapine ed aggressioni».



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -