Ig-Nobel, Trionfo italiano con l’Istat che include droga e prostituzione nel calcolo del Pil

ignobel

 

19 set. – L’Italia trionfa agli Ig-Nobel, i premi per le ricerche piu’ “improbabili” consegnati nel corso di una cerimonia che si tiene ogni anno ad Harvard. Tra i vincitori, nella classifica stilata dalla rivista ‘Annales of Improbable Research’, c’e’ l’Istituto nazionale di statistica (Istat) che ha incluso nel calcolo del Pil anche attivita’ illecite come la droga e la prostituzione. L’Istat e’ stato premiato nella categoria ‘Economia’ per “aver assunto con orgoglio il compito di adempiere al mandato dell’Unione europea di aumentare la dimensione ufficiale dell’economia nazionale, includendo i ricavi della prostituzione, della vendita di droghe, del contrabbando e di tutte le operazioni finanziarie illegali”, si legge nella motivazione.

Un altro Ig-Nobel e’ andato ai ricercatori italiani Marina de Tommaso, Michele Sardaro e Paolo Livrea che hanno conquistato il premio per l’Arte. A colpire il comitato e’ stato uno studio per misurare il potere antidolorifico dei dipinti, utilizzando un raggio laser e due quadri: un’opera di valore e un brutto dipinto.

Tra gli altri premi per le ricerche piu’ bizzarre spicca quello per la medicina, a un team Usa-India il quale ha scoperto che per fermare una perdita di sangue dal naso il modo migliore e’ inserire nelle narici carne di maiale stagionata. Ma c’e’ anche l’Ig-Nobel conquistato da ricercatori giapponesi che hanno misurato l’attrito della buccia di banana con il pavimento e le scarpe.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -