Ricatto ed estorsione da parte di un romeno, prete suicida. La Curia: media colpevoli

prete 19 set. – E’ stato trovato senza vita stamane a Perugia un sacerdote che – secondo quanto si apprende – nei giorni scorsi era stato vittima di un ricatto a sfondo sessuale a scopo di estorsione da parte di un giovane straniero. Sulla vicenda indagano i carabinieri del capoluogo umbro. Secondo le prime ipotesi si tratterebbe di un suicidio.

Curia di Perugia – “Il gesto disperato di don Franco è forse provocato anche da talune recenti indiscrezioni apparse su alcuni media locali”. A scriverlo in una nota stampa è la Curia di Perugia. “Sulla figura di don Franco Bucarini il cardinale Bassetti ha messo in evidenza il suo zelo pastorale soprattutto in ambito missionario e caritativo ed ha espresso la vicinanza della Chiesa diocesana alla famiglia e alle comunità parrocchiali del parroco scomparso dove svolgeva il suo ministero sacerdotale dal luglio 2012”.

La Chiesa perugino-pievese e’ “profondamente sconvolta per la tragica morte di don Franco Bucarini, parroco di Anneto-Capocavallo-Cenerente-Pantano-Prugneto”. E’ quanto si legge in una nota della diocesi di Perugia in seguito al ritrovamento del cadavere del sacerdote che, nei giorni scorsi, sarebbe stato vittima di un ricatto a luci rosse. “Il cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti con le lacrime agli occhi – prosegue la nota – ne ha dato notizia ai suoi collaboratori e al Consiglio episcopale diocesano convocato in Curia per discutere dei programmi pastorali”.

Il cardinale ha sospeso immediatamente i lavori e si e’ recato presso la canonica della parrocchia di Capocavallo. Il gesto disperato di don Franco, si legge ancora “e’ forse provocato anche da talune recenti indiscrezioni apparse su alcuni media locali”. Sulla figura di don Franco Bucarini il cardinale Bassetti ha messo in evidenza “il suo zelo pastorale soprattutto in ambito missionario e caritativo” ed ha espresso la “vicinanza della Chiesa diocesana alla famiglia e alle comunita’ parrocchiali del parroco scomparso dove svolgeva il suo ministero sacerdotale dal luglio 2012”.

Don Bucarini – prosegue la nota – era nato a Perugia il 15 febbraio 1941. Fu ordinato presbitero il 1 maggio 1971 come membro della Congregazione religiosa degli Orionini e svolse gran parte del suo ministero sacerdotale in Francia e in Paesi di missione. Nel 2008, dopo sua richiesta, fu incardinato nell’Archidiocesi di Perugia-Citta’ della Pieve; nominato parroco prima di Santa Maria Annunziata in Colombella (2 aprile 2008) e poi delle parrocchie di Canneto-Capocavallo-Cenerente-Pantano-Prugneto (18 luglio 2012). Attualmente ricopriva l’incarico di direttore dell’Ufficio diocesano per le missioni e la cooperazione tra le Chiese.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -