Corte di Strasburgo ammette ricorso del Cav per violazione di giusto processo

silvio-berlusconi

 

19 settembre – La Corte europea dei Diritti dell’uomo ha “ammesso” il ricorso presentato dai legali di Silvio Berlusconi relativo alla condanna per frode fiscale del 2 agosto 2013.

La notizia è stata pubblicata dall’Huffingtonpost, secondo cui la Cedu nei giorni scorsi ha notificato la decisione ai legali. Nella comunicazione si legge che “quanto prima possibile” sarà decisa la fissazione del procedimento avviato da “Berlusconi Silvio per violazione ripetuta dei principi cardine del giusto processo”.

In sostanza la Corte ha spiegato che sono “degne” di valutazione quelle che nel corso del dibattimento sulla compravendita dei diritti televisivi sono state, secondo i legali di Berlusconi, “violazioni ripetute dei diritti dell’imputato”.

La comunicazione della CEDU giugne alla luce di quanto accaduto il 9 luglio scorso quando la Corte d’Appello di Milano ha assolto in un processo gemello Fedele Confalonieri, Pier Silvio Berlusconi e altri sette manager. Se venissero riconosciute le violazioni, sarebbe annullata la sentenza di condanna e automaticamente l’ex presidente del Consiglio tornerebbe titolare di tutti i suoi diritti. Attivi e passivi. Dunqueu potrebbe votare e potrebbe candidarsi ed essere votato. il giornale



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -