In carcere per spaccio. L’avvocato: con la droga curava il mal di testa

canna16 settembre – In carcere per spaccio, il suo avvocato: “Con la marijuana cura il mal di testa”

Gianni Adriano Monaco ha 36 anni e vive a Introdacqua, in provincia de L’Aquila, e da quando ha 14 anni soffre di una patologia molto diffusa, la cefalea a grappolo, che le persone normali curano con l’aiuto dei medici senza ricorrere alle droghe, peraltro non prescritte.

Il 4 settembre 2014 è stato arrestato con l’accusa di spaccio perché nella sua auto sono state ritrovate sei piccoli contenitori con dentro della marijuana ed il suo avvocato, Stefano Michelangelo, spiega perché l’accusa di spaccio sarebbe infondata:

La marijuana serve a curare i forti mal di testa. Gianni Adriano Monaco soffre dall’età di 14 anni di una grave forma di cefalea a grappolo ed emicrania che lo costringono a cure farmacologiche continue. Nel corso di studi intrapresi personalmente è venuto a conoscenza degli effetti benefici della sostanza sui dolori e ha praticato una sorta di autoterapia, appunto a base di marijuana

Non solo: Gianni si è anche rivolto all’associazione Luca Coscioni e ha deciso di impegnarsi per ottenere il permesso per l’uso terapeutico.

today.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -