Norvegia: sovraffollamento carceri, Oslo ”esporta” detenuti in Olanda

CARCERI

 

9 SETTEMBRE – Una soluzione al sovraffollamento delle carceri arriva dalla poco densamente popolata Norvegia. Il Paese scandinavo sta infatti pianificando di ‘esportare’ i suoi detenuti nelle prigioni olandesi per far fronte al problema del sovraffollamento e per poter affrontare lavori urgenti di manutenzione.

Circa 300 saranno i posti in prigione affittati in Olanda e, secondo l’accordo con l’Aja, le guardie carcerarie saranno olandesi ma il direttore sarà norvegese. L’idea non è però del tutto nuova, nel 2009 infatti l’Olanda aveva già firmato un accordo simile con il Belgio.

Il tasso di detenzione in Norvegia è attualmente basso, 72 carcerati ogni 100mila abitanti, circa un decimo del tasso degli Stati Uniti. Il Paese, che adesso conta su 1.300 posti in meno nelle carceri, è noto per le condizioni umane con cui vengono trattati i suoi detenuti. I prigionieri considerati non violenti sono spesso detenuti in prigioni aperte, con programmi incentrati sulla riabilitazione, dove godono di libertà di movimento, della possibilità di lavorare e di vari servizi di intrattenimento. ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -