Pinotti: «Il Califfato è una minaccia di fronte alle nostre coste»

pinotti

 

7 sett – “Frontex deve trasformarsi nei compiti e nelle risorse. Ma si potrebbe anche ampliare la missione Nato ‘Active Endeavour’,  che potrebbe essere «rinnovata e ampliata in modo che il pattugliamento sia svolto sempre di più sia dalla UE, sia dalla Nato» in una funzione anti-terrorismo”. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa Roberta Pinotti in un’intervista a ‘Il Messaggero’, precisando che “nei prossimi giorni” presenterà la proposta agli alleati.

“Ne ho parlato – ha aggiunto – col Capo di StatoMaggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli”. “L’ipotesi che studiamo – ha spiegato – è il pattugliamento dei mari da parte della Nato. Frontex non basta, rinnovando il mandato di Active Endeavour si può allargarne la partecipazione navale”.

Poi sulla crisi ucraina: «Putin non è il nemico di domani – avverte – L’Italia lavora perché il dialogo con la Russia possa riprendere». Il Califfato invece è «una minaccia di fronte alle nostre coste». In Italia rattrista l’anti-militarismo «becero di certe scritte vergognose che ho visto nella mia città, Genova: ‘Non sono Tornadi! Meno 4’».



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -