Genova: rissa tra No Tav e Pd. I 30 identificati erano già schedati

 

Momenti di alta tensione stasera alla Festa dell’Unità di Genova dopo che una ventina di militanti No Tav ha impeditol’inizio del dibattito sulle infrastrutture. Dopo una mezz’ora e più di contrapposizione tra i No Tav e i militanti del Pd, questi ultimi – compresi i segretari ligure e genovese – hanno reagito ai cori e agli insulti spingendo i contestatori  letteralmente fuori dallo spazio dibattiti. Dove poi si è iniziato a parlare delle grandi opere che dovrebbero essere costruite in Liguria, cioè la Gronda autostradale e il terzo Valico ferroviario (video di Andrea Leoni)

[dividers style=”2″]

notav

2 set. – I poliziotti della digos di Genova hanno sequestrato le immagini registrate ieri sera alla festa del Pd in corso a Genova, al Porto antico, nel corso di un convegno sui trasporti interrotto da un gruppo di manifestanti di area “No Tav”. Gli investigatori hanno gia’ provveduto all’identificazione di trenta persone, tutte gia’ note agli schedari della questura e membri dell’area anarco – insurrezionalista.

La visione dei video consentira’ di attribuire le singole responsabilita’ dei manifestanti che hanno aggredito verbalmente le persone che si trovavano sul palco, portando il servizio d’ordine ad intervenire. Le ipotesi di reato sono danneggiamento, violenza privata e furto: nel corso dei disordini sono state rubate una borsa contente un apparecchio audio e altro materiale. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -