La Kyenge vuole una legge per mettere al bando la Lega Nord “è razzista”

Questo è il concetto di democrazia dei nuovi italiani

kyenge1

30 agosto – Nei giorni infuocati della polemica su Mare Nostrum, torna a farsi sentire Cécile Kyenge, eurodeputata del Pd ed ex ministro dell’Integrazione. In un’intervista concessa ad Affaritaliani.it ecco l’ultima sparata: vuole una legge per mettere al bando la Lega Nord. L’ex ministro risponde: “Se la Lega è un partito razzista? Le do una risposta secca: sì. Sono arrivata a questa conclusione perché questo partito non prende ufficialmente posizione in modo netto, anche con delle sanzioni, nei confronti di suoi esponenti che fanno dichiarazioni razziste e si comportano come tali. Non solo, li difendono pure in Tribunale. Tutto ciò significa una cosa sola: la Lega, come anche Forza Nuova, condivide il loro pensiero razzisa”.

La “ricetta” – Dunque la Kyenge snocciola la sua personalissima ricetta per mettere il bavaglio al Carroccio: “Serve una legge che deve sanzionare quei partiti che portano avanti manifesti razzisti e non dobbiamo permettere che esistano partiti che predicano l’odio o l’incitazione all’odio. La gente ha avuto più coraggio dei politici mettendo al bando Alba Dorata proprio perché proponeva l’incitazione all’odio. A questo dobbiamo arrivare in tutta Europa, non solo in Italia, altrimenti diffondiamo l’accettazione di manifesti razzisti e difendiamo pensieri di discriminazione”.



   

 

 

7 Commenti per “La Kyenge vuole una legge per mettere al bando la Lega Nord “è razzista””

  1. Ecco, ormai stiamo arrivando all’impensabile, gli stranieri ci considerano razzisti e pertanto vogliono imporci delle leggi liberticide per chiuderci la bocca. Noi italiali non possiamo più difenderci da una chiara invasione di stranieri i quali, imbeccati da cattivi maestri, mostrano il loro vero volto razzista infischiandosene delle nostre leggi, delle nostre tradizioni e della nostra storia, pronti solo a chiedere che i loro cosìdetti diritti di migranti vengano rispettati. Tutto questo lo dobbiamo, comunque, a tutte le forze buoniste di sinistra e non che dimostrano solo un istinto ed un indirizzo antitaliano. Procedendo di questo passo si avvererà la previsione di un professore d’arte dello IULM, il quale pronostcò negli anni novanta che l’Europa sarebbe diventata nera.

  2. theng uh salam

    Giusto … le decapitazioni e i massacri invece incitano alla pace !

    • caterina gasparoli

      Non mi risulta vi sia presenza di sanguinari leghisti nell’ isis , piuttosto si distinguono per crudeltà stranieri immigrati in EU di seconda e terza generazione . L’ immigrazione incontrollata evidentemente non favorisce l’integrazione , anzi fomenta ribellismo e odio più che riconoscenza e voglia di società in cui coesistano pari doveri e diritti per tutti .

  3. Ma senti da che pulpito viene la predica! Lei è peggiore di tutti i leghisti, alba dorata,alba argentata, forza nuova, forza vecchia e tutti gli altri messi insieme….Proprio lei che insegna alle figlie di non rivolgere la parola ad alcune persone……

  4. Un partito che difende la propria patria ed i loro cittadini da leggi che mettono in atto i sinistroidi atti a distruggere le origini,tradizione,cultura, religione…? Questo è razzismo? Allora lo sono anch’io che difenderó sempre la mia patria!!!

  5. Ebbene si! Ognuno comanda in casa propria e essendo l’Italia la casa degli Italiani e la Nigeria la casa dei Nigeriani la kienge può avanzare pretese solo in Nigeria! FORA DI BALL lei e tutti quelli che la pensano come lei!!!

  6. forse e’ troppo tardi per ristabilire un italia che hanno distrutto con questi personaggi .questa poi e’ folle ,la lega e’ stata eletta dagli italiani e non si tocca anzi deve crescere solo cosi’ ci sara una bilancia ..non ci meritavamo questo dalla sinistra ,se lo ricorderanno negli anni avvenire quando dovranno sottostare alle loro regole e.. ccetera

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -