Kiev rifiuta il corridoio umanitario e manda i suoi soldati al macello

Poroshenko

29 agosto – Il comando dell’esercito ucraino ha deciso di non far uscire i suoi militari dall’accerchiamento nella parte orientale dell’Ucraina, ma tentare di rompere l’accerchiamento delle forze dei miliziani e uscire, combattendo, ha dichiarato Vladimir Putin al Forum “Seliger”.

Lo considera come “un errore colossale”, che porterà a grandi perdite di vite umane.

In precedenza, Putin si è rivolto alla milizia con l’appello di aprire un corridoio umanitario per militari ucraini accerchiati.

Ucraina, Putin ai filo-russi: aprire un “corridoio umanitario” per i soldati di Kiev

Gli autonomisti hanno sostenuto l’appello, ma a condizione che i soldati lasceranno armi e attrezzature militari.

Il Consiglio nazionale per la sicurezza e per la difesa dell’Ucraina ha dichiaro che la proposta “della creazione dei corridoi testimonia che queste persone sono guidate e controllate direttamente dal Cremlino”.

italian.ruvr.ru



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -