Gb: per il capo di Scotland Yard “200 jihadisti sono gia’ a Londra”

isis-jihad-ue

 

27 ago. – Oltre 200 jihadisti, nati e residenti a Londra, sarebbero gia’ tornati nella capitale dopo aver combattuto in Iraq e in Siria, ha detto questo pomeriggio il capo di Scotland Yard, Bernard Hogan-Howe. Secondo il numero uno della polizia della capitale, “sono richieste azioni urgenti da parte dell’antiterrorismo” per una “crescente minaccia” e il rischio legato a “pericolosi militanti nella capitale”, proprio mentre la battaglia condotta dallo Stato Islamico (Is) in Iraq e in Siria diventa sempre piu’ violenta.

Anche Hogan-Howe ha poi appoggiato l’idea del sindaco di Londra Boris Johnson di “capovolgere la presunzione di innocenza”, considerando tutti coloro che rientrano da quei paesi, senza riuscire a dare una spiegazione ufficiale alle frontiere del loro viaggio in Siria o in Iraq, dei “potenziali terroristi”.
Secondo le stime del capo di Scotland Yard, appunto, 200 dei 250 jihadisti britannici tornati nelle ultime settimane nel Regno Unito si aggirerebbero indisturbati nella capitale. Gli altri 50 sarebbero tornati nelle loro citta’ di residenza, centri urbani dell’Inghilterra settentrionale.

Secondo alcune fonti nel Regno Unito ci sarebbero 3 milioni immigrati irregolari. Il calcolo reale dei potenziali terroristi sarebbe perciò molto difficoltoso.
.



   

 

 

1 Commento per “Gb: per il capo di Scotland Yard “200 jihadisti sono gia’ a Londra””

  1. Avete scoperto l’america, cari inglesi, complimenti !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -