De Poli (Udc): il rischio terrorismo non si trasformi in odio per gli stranieri

isil

 

26 ago 2014 – ”L’allarme lanciato dal rapporto dei Servizi segreti non va sottovalutato ma allo stesso tempo diciamo ‘no’alla facile demagogia. Al governo chiediamo di agire affinche’ l’accoglienza dei migranti, gia’ difficile da gestire nelle sue proporzioni, avvenga nella massima sicurezza per i cittadini italiani”.

E’ quanto afferma il vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli. ”C’e’ grande preoccupazione tra i cittadini. A Padova, cosi’ come in altre citta’, da Napoli a Milano, Brescia e Torino – prosegue – si respira un clima di angoscia che va gestito con attenzione e non deve trasformarsi in un odio nei confronti dello straniero. Con i musulmani, non coi fanatici, va costruito un rapporto di collaborazione che sia in grado di individuare chi, anziche’ predicare il Corano, predica terrorismo e violenza. Sotto questo aspetto serve maggiore attenzione nei confronti dei centri islamici presenti nelle citta’ indicate dai Servizi Segreti, tra cui Padova. E’ inquietante che ci siano dei giovani italiani reclutati qui pronti ad unirsi alla Jihad”, mette in evidenza l’esponente Udc



   

 

 

1 Commento per “De Poli (Udc): il rischio terrorismo non si trasformi in odio per gli stranieri”

  1. belle ma stupide parole. ogni societa’ ha l’obbligo di difendere il loro tessuto sociale e il loro paesi senza badare a paure di qualsiasi tipo

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -