Clandestini nel castello. Marito, moglie e suocero 82enne vivono su una panchina

sfrattiFirenze, 25 agosto – Il lavoro non si trova più, il padrone di casa non accetta un nuovo rinvio dell’affitto, e un’intera famiglia finisce per strada. O meglio sotto la pensilina di un ospedale. Paolo, Marinella e Italiano “abitano” fuori da Torregalli da una decina di giorni. Hanno scelto una panchina sulla destra dell’ingresso.

Uno scatolone con dentro un po’ di vestiti, una valigia, qualche borsa, un ombrello e la gabbia del gatto Baffino: tutto quello che gli è rimasto occupa metà della seduta. Nell’altra ci stanno loro, quando non sono in giro dentro l’ospedale. «Di notte ci arrangiamo così, io e Marinella ci sdraiamo qui fuori e suo padre, che ha 82 anni, prende l’ascensore e va all’ultimo piano. Si mette a dormire sulle sedie della sala d’attesa di un reparto».

Leggi tutto su firenze.repubblica



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -