Roma Termini terra di nessuno: accoltellamenti, ubriachi e parcheggiatori molesti

marino

 

24 agosto – Seimiladuecentoventisette persone identificate, 550 arrestate, 1873 arrestate. A fornire i numeri è la Prefettura di Roma. Sono quelli relativi ai servizi delle forze dell’ordine alla Stazione Termini. Numeri che certificano un’attenzione aumentata, un faro acceso su una zona ormai ad alto rischio criminalità. Una situazione difficile, certificata da inchieste, servizi, articoli, denunce, foto video e in questi giorni anche dall’aumento di gravi fatti di cronaca. Furti, parcheggiatori molesti, ubriachi che minacciano passanti e accoltellamenti senza motivo. Ce n’è abbastanza insomma per usare la parola emergenza.

Se dentro la stazione la situazione appare, almeno apparentemente, sotto controllo, sono le vie e le piazze attorno a trasformarsi in pericolosi ring dove succede di tutto. Nelle ultime 36 ore tre gli epidosi di cronaca violenti avvenuti attorno alla stazione.

VIA MARSALA – Nei dintorni della stazione non c’è solo la gabella dell’aumento delle strisce blu. Il parcheggio qui si paga due volte. Ci sono infatti i parcheggiatori abusivi che, quando non paghi, diventano molesti prima e violenti poi. Per informazioni chiedere ad una donna di 40 anni che, per il solo rifiuto di sottostare all’obolo, si è vista rifilare uno schiaffo dietro alla nuca. Ad assistere alla scena i carabinieri che hanno fermato il magrebino protagonista della violenza. La sua reazione però è stata quella di chiamare a raccolta i ‘colleghi’ che hanno provato a liberarlo dall’arresto. Il tentativo è però fallito. Il giovane, 23 anni, è stato arrestato e processato. La condanna è di due anni e 10 mesi. Al suo posto però c’è già qualcun altro. Non solo stranieri però. Già perché a chiedere quello che è un vero e proprio pizzo ci sono anche moltissimi italiani.

VIA GIOLITTI – Uno dei gironi danteschi di Termini è sicuramente via Giolitti. Qui, dall’ingresso della stazione sino all’ingresso dei laziali, si raccolgono e si incontrano immigrati, sbandati e senza fissa dimora. Da mattina a sera sono lì. La notte, quando diminuisce il numero di persone in transito, c’è da avere paura. Quello che è successo questa notte ne è la conferma. Un senza fissa dimora, evidentemente ubriaco, brandendo una bottiglia rotta ha inseguito e spaventato numerosi passanti. Attimi di panico, interrotti dall’intervento dei carabinieri.

PIAZZA DEI CINQUECENTO – Il tutto mentre alcuni metri più in là, a piazza dei Cinquecento, i poliziotti salvavano dal linciaggio un mondavo di 44 anni. La folla inferocita voleva aggredirlo perché poco prima aveva accoltellato un giovane, senza motivo. Ha estratto il coltello, si è avvicinato a due ragazzi ed ha sferrato la coltellata. Poteva scapparci il morto perché il fendente mirava all’addome di uno dei due. Fortuna ha voluto che tra l’amico abbia deciso di frapporsi e di prendersi il colpo sul braccio. Ora si sospetta per lui si sospetta la lesione dei legamenti.

E intanto per la prima metà di settembre è convocato il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

www.romatoday.it



   

 

 

1 Commento per “Roma Termini terra di nessuno: accoltellamenti, ubriachi e parcheggiatori molesti”

  1. Romani,fate i romani !!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -