Civitavecchia: rissa a bottigliate tra rifugiati, un ferito grave

cocci16 ago. – Tentato omicidio. E’ il reato per il quale e’ stato arrestato I.O., 23 anni, nigeriano, accusato di aver ferito gravemente con una bottiglia rotta un giovane originario del Ciad. Quando la pattuglia e’ arrivata sul posto, ha trovato il giovane, un profugo del Ciad, in grave condizioni, con una grossa ferita all’addome. Soccorso dal 118, e’ stato accompagnato in ospedale dove i medici hanno riscontrato una perforazione del rene sinistro: ricoverato in codice rosso, e’ stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico ed e’ tutt’ora in prognosi riservata, in gravi condizioni.

All’origine dell’episodio, una lite per futili motivi che, poco dopo la mezzanotte, ha visto protagonisti i due rifugiati nei pressi di un bar in via Amba Aradam. Alla polizia intervenuta sul posto alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto litigare due extracomunitari: uno dei due, dopo aver colpito l’altro con una bottiglia, si era allontanato.

Entrambi, secondo gli stessi testimoni, erano soliti frequentare la zona in quanto risiedevano nelle vicinanze. Ed e’ nel loro appartamento che gli agenti hanno identificato tre persone, tra cui il presunto feritore trovato con addosso una maglietta bianca sporca di sangue, presumibilmente della vittima, che e’ stata sottoposta a sequestro dagli agenti per essere analizzata. Al termine delle indagini e delle verifiche il nigeriano, in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato, e’ stato arrestato.
(AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -