Sale la tensione tra kiev e Mosca. “Colpiti blindati russi”

Ukrainian army troops receive munitions on the outskirts of Izyum

 

15 ago. – Sale la tensione tra kiev e Mosca.
“L’artiglieria ucraina ha distrutto parte dei blindati russi entrati nel suo territorio durante la notte”, ha riferito il presidente ucraino Petro Poroshenko in una telefonata al primo ministro britannico, David Cameron, secondo quanto riporta il sito internet della presidenza di Kiev.

Le autorita’ di Kiev gia’ stamane avevano denunciato lo sconfinamento di una colonna di blindati russi nella regione orientale ucraina di Lugansk. “La nostra intelligence ha confermato che una colonna di trasporti blindati e camion ha attraversato la frontiera avvenuta attraverso il passo di Izvarino, termoraneamente chiuso”, ha affermato un portavoce militare, confermando le informazioni fornite da giornalisti internazionali sul posto, e in relazione alle quali i ministri degli esteri dell’Ue riuniti a Bruxelles hanno espresso stamani “preoccupazione”.

Intanto funzionari di frontiera e doganali ucraini hanno cominciato ad ispezionare il convoglio di aiuti umanitari russi diretti alle popolazioni nell’est del paese. L’ispezione e’ supervisionata da rappresentanti dell’Osce e del Comitato internazionale della Croce Rossa, che accompagneranno il convoglio in territorio ucraino e avranno l’incarico di distribuire gli aiuti ai civili. Il presidente finlandese Sauli Niinisto ha comunicato che e’ stato raggiunto un accordo per la consegna degli aiuti umanitari russi nell’est dell’Ucraina.
“Abbiamo saputo oggi che questa missione umanitaria partita dalla Russia proseguira’ ed e’ stato raggiunto un accordo tra Ucraina, Russia e la Croce Rossa”, ha affermato Niinisto dopo un incontro con Vladimir Putin nella residenza a Sochi del capo del Cremlino.

[callout template=”default” color=”#ffffff” border_color=”#E74C3C” background_color=”#E74C3C”]SOROS: “Ho creato una fondazione in Ucraina prima che il paese diventasse indipendente dalla Russia. Questa fondazione ha continuato a operare e ha avuto un ruolo importante negli eventi recenti”[/callout]Nel frattempo la Nato, malgrado USA, UE e il sicario ecnomico Soros abbiano finanziato e attuato il colpo di stato in Ucraina (per cui adesso al governo ci sono Tutti gli uomini della junta di Kiev, ecco chi sono i criminali sostenuti da USA e UE),  ha lanciato invece nuove accuse alla Russia, sottolineando le responsabilita’ di Mosca nel conflitto in Ucraina. “S e confermato” lo sconfinamento dei blindati russi, e’ una “ulteriore prova che la Russia sta facendo l’opposto di quello che dice. Mosca e’ responsabile dell’escalation, anche se esorta alla de-escalation”, ha affermato da Bruxelles il portavoce Oana Lungescu.

Il presidente statunitense Barack Obama, per esacerbare la situzione, si rechera’ in visita ufficiale in Estonia il mese prossimo per riaffermare gli impegni della Nato sulla scia crescenti tensioni tra Russia e Ucraina. L’annuncio e’ stato dato dalla Casa Bianca. “Alla luce dei recenti sviluppi in Ucraina”, si legge in una nota, gli Stati Uniti hanno intrapreso passi per rassicurare gli alleati in Europa centrale e orientale, e questo viaggio vuole riaffermare il nostro ferreo impegno verso l’articolo V come atto fondativo della Nato”. Il riferimento e’ alla disposizione che fissa l’obbligo per tutti i Paesi membri di intervenire a difesa di un alleato eventualmente attaccato. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -