Monconi (PD): i vu cumprà sono positiva ‘integrazione subalterna’ tra italiani e stranieri

Immigrazione - Luigi Manconi e Giusi Nicolini illustrano un piano di ammissione umanitaria

 

11 ago 2014 – “Un uomo colto e uso di mondo come il ministro Angelino Alfano dovrebbe sapere che il termine ‘orde’ era quello utilizzato per indicare la presenza dei suoi corregionali negli Stati Uniti dei primi decenni del Novecento. E, per non perdersi in chiacchiere, i giornali definivano spesso semplicemente ‘mafiosi’ quei siciliani”.

Lo afferma in una nota il senatore del Partito democratico, Luigi Manconi, commentando le dichiarazioni del ministro dell’Interno in merito alla presenza di venditori ambulanti sulle spiagge italiane. “Ricorrere a un linguaggio responsabile non e’ qualita’ secondaria per un buon governante. Tanto piu’ – aggiunge -che quelle ‘orde di vu cumpra” sono state un esempio, come direbbe un sociologo, di positiva ‘integrazione subalterna’ tra italiani e stranieri.

Manconi (Pd): presentato ddl per depenalizzare consumo di cannabis

Integrazione perche’ tra bagnanti e venditori ambulanti c’e’, da decenni, un rapporto di tranquilla consuetudine (come dimostrano le decine di casi in cui i primi hanno difeso i secondi da interventi troppo sbrigativi della polizia municipale); subalterna, d’altra parte, quell’integrazione perche’ quei lavoratori ambulanti sono soggetti a un regime di sfruttamento brutale, equamente ripartito tra delinquenti italiani e delinquenti stranieri”. “Non sarebbe meglio intervenire su queste organizzazioni criminali che infierire sull’ultimo anello di una catena commerciale, che gli italiani in qualche modo mostrano di apprezzare?”conclude l’esponente Pd.



   

 

 

1 Commento per “Monconi (PD): i vu cumprà sono positiva ‘integrazione subalterna’ tra italiani e stranieri”

  1. Chi siano i “subalterni” fra gli immigrati e gli italiani non credo ci sia da pensarci molto per capirlo.
    Vado tutti gli anni al mare e veramente queste “orde” di “vù cumprà” sono asfissianti; passano gli uni dietro agli altri, con merci diverse, pubblicizzando ad alta voce la “qualità” dei loro articoli.
    Molti dei turisti che in riva al mare si addormentano vengono bruscamente risvegliati interrompendo un processo di “disintossicazione” che le ferie assicurano dopo un anno di lavoro.
    Sarebbe come se qualcuno di noi facesse; “Bùh” al parlamentare che sonnecchia sul suo scranno a Montecitorio: sono cose che non si fanno, è da maleducati.

    “Non sarebbe meglio intervenire su queste organizzazioni criminali che infierire sull’ultimo anello di una catena commerciale”, si chiede Luigi Manconi.

    Ce lo chiediamo anche noi.
    Non è il semplice cittadino, però, che deve risolvere questi problemi, esiste la politica e i parlamentari: da quanto tempo è in Parlamento il Signor Manconi?
    Certo, però, che fintanto che il Presidente della Repubblica stringe accordi con la malavita in nome della “classe politica” e, quindi, del popolo italiano, sarà un po’ difficile venire a capo di questo problema; eppoi i “vù cumprà che vendono” sono fuorilegge come la ndrangheta, la mafia, la sacra corona unita … ecc. ecc. qualche accordo commerciale con lo Stato lo possono sempre trovare; poi, naturalmente, si possono sempre “bruciare le carte”.
    Della lunga trafila, catena, di malavita il cui ultimo anello sarebbe lo straniero a pagare la multa sarebbe l’acquirente finale che potrebbe, in buonafede ritenere che se quelle persone vendono sulla “pubblica piazza” siano, per lo meno, dotate di un certo permesso ufficiale.
    Insomma, sarebbero autorizzati a svegliare il turista addormentato perché “autorizzati”!
    Rimane il divieto di svegliare il “povero parlamentare” che dorme sul suo scranno in Parlamento o in Senato!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -