Iraq, Maliki: Non mi dimetto. Francia: forniremo armi a Curdi

malikijpg11 ago. – Il premier iracheno, lo sciita Nouri al Maliki conferma che non intende rinunciare al suo terzo mandato e ha accusato il neo presidente, il curdo Fuad Masum, di violare la costituzione. Lo ha detto Maliki in un discorso alla tv deludendo le aspettative di quanti speravano, Usa e occidentali in testa, in una sua rinuncia o nella formazione di un governo inclusivo di tutte le confessioni ed etnie, inclusi sunniti e curdi. Maliki ha quindi annunciato che presentera’ al Parlamento la richiesta formale di messa in stato di accusa del presidente Masum.

hollandeLa Francia conferma che non intende intervenire militarmente in Iraq ma, in accordo con i partner Ue, intende trovare il modo di fornire armi ai peshmerga curdi.
L’obiettivo e’ consentire loro di fermare lo sterminio di cristiani e yazidi (setta zoroastriana) ad opera degli jihadisti sunniti dello Stato Isalmico (Is). Lo ha annunciato il ministro degli Esteri, Laurent Fabius, da Erbil nel Kurdistan iracheno: “In un modo o in un altro (i curdi) debbono ricevere, in modo sicuro, equipaggiamento che consentira’ loro di difendersi e contrattaccare. Cercheremo di trovare il modo nei prossimi giorni ma in accordo con gli europei”, ha chiarito il capo della diplomazia d’Oltralpe.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -